rinnovo Donnarumma

Il portiere, in bilico tra la permanenza a Milano e una nuova sfida in bianconero, ha rischia di conquistare l’accesso alla prossima Champions League sul campo, ma di non poterla disputare.

La serata dello Stadium, con un 3-0 rossonero davvero poco opinabile, ha portato in dote molte consapevolezze per il Milan, ma altrettanti dubbi per un singolo. Il singolo, nemmeno a dirlo, è Gigio Donnarumma. Il portiere stabiese, il cui futuro è ancora tutto da decifrare, ha affrontato la vigilia del match di domenica sera da assoluto protagonista. Una palma di osservato speciale della il giovane estremo difensore avrebbe volentieri fatto a meno.

Un rinnovo che non arriva..

Non è un mistero, e nell’ambiente del pallone lo si sa da tempo, infatti, che su Donnarumma stia lavorando anche la Juventus, desiderosa di strappare al Milan il miglior portiere italiano, il cui futuro è sempre più lontano da San Siro. Anche per questo, la sfida di ieri sera, aveva il sapore del contrappasso. Un salto della barricata che è sempre più probabile, alla luce di un rinnovo di contratto che Donnarumma sembra non essere desideroso di firmare, con il ds Maldini che ha gia fatto capire da tempo che l’ex creatura di Berlusconi sia la priorità rispetto ai capricci dei propri tesserati.

…e un futuro tutt’altro che scritto.

Sullo sfondo, un risultato sul campo che ha trascinato la Juventus in una crisi profonda, che ha messo in discussione una qualificazione in Champions League che fino a qualche partita fa sembrava blindata. Una situazione che tocca anche il destino di Donnarumma, fino a ieri vicino a disputare la prossima edizione della prima competizione europea in maglia Juventus, mentre ora, a 48 ore della sfida dello Stadium, vede di fronte a sè un futuro ancora più incerto. La cosa certa è che il futuro che il numero 99 sceglierà per sè non potrà prescindere dai risultati sul campo di queste ultime tre giornate.