Milan-Benevento, le ultime dall’inferno: nel dettaglio, presentazione del match e formazioni ufficiali, diramate dai tecnici poco fa.

Caccia alle streghe dell’ex Pippo Inzaghi per il Diavolo rossonero, nell’anticipo del trentaquattresimo turno del campionato di Serie A: un ulteriore ostacolo sul cammino europeo del Milan di Pioli, costretto a redimere un girone di ritorno difficilmente pronosticabile al giro di boa del torneo, allorché, i rossoneri, occupavano stabilmente la testa della classifica, laureandosi (idealmente) campioni d’inverno.

Lecito pensare quanto, se fallito, quest’impegno (solo) sulla carta abbordabile, per di più tra le mura amiche del Meazza, potrebbe complicare in modo inequivocabile la rincorsa del Diavolo verso i lidi europei, complice un periodo caratterizzato dalla prevalenza del colore nero rispetto al rosso, corroborato da un andamento casalingo assolutamente rivedibile. Ne conseguirà una partita ostica, dal risultato imprevedibile, considerando un Benevento fortemente determinato ad emergere dalle insidiose sabbie mobili della classifica.

Reduce da due sconfitte consecutive contro Lazio e Sassuolo, che hanno notevolmente oscurato la vista sugli orizzonti europei degli uomini di Pioli, il Diavolo dovrà necessariamente abbattere i propri fantasmi del passato e scacciare la maledizione europea, proprio al cospetto di un allenatore che, svestendo la casacca numero 9 da calciatore rossonero, ne ha indiscutibilmente creata un’altra, tra le tante: Filippo Inzaghi, quell’apprendista stregone che farà ritorno nella propria casa da guastafeste. Un altro evidente ostacolo in un maledetto girone di ritorno.

Milan-Benevento, le ultime dall’inferno: le formazioni ufficiali

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Dalot, Tomori, Romagnoli, Hernández; Bennacer, Kessie; Saelemaekers, Çalhanoğlu, Leão; Ibrahimović. A disposizione: A. Donnarumma, Tătăruşanu; Calabria, Gabbia, Kjær, Kalulu; Krunić, Meïte, Tonali; Castillejo, Hauge, Díaz; Rebić. Allenatore: Pioli.

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; De Paoli, Glik, Caldirola, Barba; Dabo, Viola, Ioniță; Iago Falque, Improta; Lapadula. A disposizione: Manfredini, Lucatelli; Gaich, Tello, Caprari, Insigne, Di Serio, Sanogo, Hetemaj, Pastina, Diambo. Allenatore: Filippo Inzaghi.