Lazio-Milan, le ultime dall’inferno: nel dettaglio, presentazione del match e formazioni ufficiali, diramate dai tecnici poco fa.

Il campionato di Serie A dice “trentatré”: una giornata fondamentale per le sorti europee del Milan, con un Diavolo che, complice l’insidiosa trasferta nella Capitale -sponda biancoceleste – e quella quasi contemporanea del Napoli a Torino, potrà, in maniera pressoché definitiva, individuare le circoscrizioni geografiche europee con le quali misurarsi nel corso della prossima stagione.

Il risultato finale dell’Olimpico, infatti, segnerà in maniera inequivocabile il cammino che attenderà il finale di stagione di un Diavolo attaccato, con le unghie e con i denti, alle grandi orecchie di quella Coppa che non riesce a raggiungere da quasi un decennio. Un ipotetico sacco di Roma, per la banda di Pioli, apporterebbe quella dose di convinzione in più per lambire le sponde più desiderate dell’Europa che conta davvero.

Per donare nuova linfa a quelle speranze europee che, la dolorosissima sconfitta interna con il Sassuolo del turno infrasettimanale, sembrano un po’ più sopite, il Diavolo dovrà necessariamente fermare il volo alto dell’aquila Olimpia, estromettendola, di fatto, dalla rincorsa alla qualificazione in vista della prossima edizione della Champions.

Lazio-Milan, le ultime dall’inferno: le formazioni ufficiali

LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile. A disposizione: Alia, Strakosha, Hoedt, Patric, Akpa Akpro, Cataldi, Fares, Parolo, Pereira, Muriqi. Allenatore. Inzaghi

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma, Calabria, Kjaer, Tomori, Theo, Bennacer, Kessiè, Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic, Mandzukic. A disposizione: Jungdal, Tătărușanu, Dalot, Gabbia, Kalulu, Romagnoli, Castillejo, Díaz, Hauge, Krunić, Meïte, Tonali, Leão. Allenatore. Pioli