La Fiorentina oggi in maglia verde sbanca San Siro e riaccende le speranze d’Europa. Chiesa ad un quarto d’ora dalla fine estrae dal cilindro il tiro perfetto e permette a Pioli di aggiudicersi la prima vittoria esterna, probabilmente nel momento più delicato. Il Milan di Gattuso esce sconfitto, probabilmente in modo immeritato, e apre una piccola crisi: sono tre le partite senza riuscire a segnare per Higuain e compagni. Una crisi che rende il panettone indigesto a Gattuso.

La partita

L’incontro non è stato granché, troppe assenze in casa rossonera, troppo importante il risultato per Pioli per non tornare da subito nell’occhio della critica. La partita è lenta, bloccata, con pochi sussulti. Il Milan nel primo tempo tiene il gioco, nonostante le tante assenze in mediana, e ha le occasioni più pericolose, soprattutto con Calhanoglu. Su una Milenkovic è prodigioso nel salvare sulla linea la rete a favore del Milan. Nella ripresa la Fiorentina prende più coraggio, ma di occasioni non se ne vedono, il Milan perde un po’ di distanze e le poche occasioni del primo tempo ora spariscono. Chiesa, fino a quel momento forse il peggiore in campo, al 75′ parte dalla fascia sinistra, s’accentra e dai 25 metri trova un tiro imparababile per Donnarumma. Nel finale il Milan prova a reagire ma non ci riesce, solo in un’occasione Lafont si fa trovare pronto su un colpo di testa di Rodriguez.

Le pagelle

LAFONT, voto 7.  Altra prova di spessore del portierino francese, sempre attento e un paio di parate niente male.

MILENKOVIC, voto 7.  Castillejo se lo sognerà di notte il giovane gigante serbo, non lo salta mai.

PEZZELLA, voto 6.5– Inizio un po’ in diffiocoltà su Higuain, rimedia anche un giallo. Poi prende le misure e il centravanti non tocca boccia.

VITOR HUGO, voto 7+. Il migliore dei viola, sembra un flipper: tutti gli rimbalzano contro.

CHIESA, voto 6. La sufficienza è per il gol veramente bello e decisivo. Per il resto, a nostra memoria, la peggiore prestazione del golden boy viola.

VERETOUT, voto 6.5. Oggi è abbastanza scolastico nel primo tempo, nel secondo tempo acquisisce maggiore padronanza della squadra e sale il livello.

EDIMILSON, voto 5,5. Prestazione incolore, passaggi elementari, qualche errore tecnico e molta confusione. Doveva dare di più contro una mediana in diffiocoltà.

BIRAGHI, voto 5,5. Dalla sua parte c’è Suso che troppo spesso ha tempo e spazio per tagliare i cross. In avanti la schiena degli avversari è il luogo dove troppo spesso finiscono i cross.

BENASSI, voto 6,5. A nostro parere il migliore della mediana viola-verde di oggi. Rincorre, si propone, tappa i buchi. Molto dinamico.

Dal 40’st LAURINI – S.v.

MIRALLAS, voto 6.  Meno incisivo rispetto alle ultime prestazioni, ma comunque propositivo. Ha l’occasione ad inizio ripresa ma non riesce a segnare.

Dal 16’st GERSON, voto 6 – Dopo il suo ingresso c’è soprattutto dadifendere il gol, ma entra bene in campo, deciso.

SIMEONE, voto 5,5. Chiuso dalle marcature ha pochi varchi e pochi palloni, diverse difficoltà tecniche nel palleggio. Non va meglio nella ripresa nella quale corre sgomita e spreca un buon contropiede prima di uscire.

Dal 42’st PJACA – S.v.