E sono cinque vittorie su cinque partite in campionato per la nuova Inter targata Conte. A cadere questa volta è la Lazio per 1 a 0: il gol decisivo è di Danilo D’ Ambrosio, al primo centro stagionale.

Tabellino

INTER (3-5-2) – Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; D’Ambrosio, Barella, Brozovic, Vecino (56′ Sensi), Biraghi; Politano (76′ Lautaro), Lukaku (80′ Sanchez). A disp. Padelli, Gagliardini, Ranocchia, Asamoah, Lazaro, Borja Valero, Dimarco, Candreva, Bastoni. All. Conte.

LAZIO (3-5-2) – Strakosha; Bastos, Acerbi, Luiz Felipe; Jony, Luis Alberto (64′ Leiva), Parolo, Milinkovic-Savic (72′ Berisha), Lazzari; Caicedo (52′ Immobile), Correa. A disp. Guerrieri, Proto, Patricio, Lukaku, Lulic, , Cataldi, Adekanye, Marusic, Vavro. All. Inzaghi

ARBITRO: Maresca

Cronaca

Classico 3-5-2 per entrambe le squadre. Conte fa riposare Sensi e Asamoah, dentro Vecino e Biraghi. Davanti il partner di Lukaku è Politano. Inzaghi risponde con il tandem Correa-Caicedo. Immobile in panchina dopo lo screzio con l’allenatore. Pronti, via e si vedono subito le difficoltà dell’ Inter ad arginare la Lazio. Se il migliore in campo è Handanovic un motivo c’è. Strepitose parate del capitano nerazzurro, che festeggia quota 300 con l’ Inter, ingaggiando e vincendo il duello con Correa. È proprio la seconda punta della Lazio a creare maggiori insidie, soprattutto uno scavetto terminato incredibilmente fuori. Ma nonostante il primo tempo sottotono è l’ Inter a passare in vantaggio : cross perfetto del debuttante Biraghi, spizzata vincente di Danilo D’Ambrosio, che si fa perdonare il gol mangiato nel derby. La Lazio prova ad attaccare ma il primo tempo finisce 1 a 0.
Nella ripresa l’ Inter è più in palla e cerca di raddoppiare. Clamorosa la doppia occasione Barella-Politano, ma anche la Lazio si rende pericolosa. Girandola di cambi : dentro Immobile per la Lazio, Sanchez e Lautaro per l’Inter. Nerazzurri che non riescono a raddoppiare nonostante i numerosi tentativi, ma alla fine il risultato rimane lo stesso. Vetta solitaria per l’ Inter, sconfitta per la Lazio.
Per quanto riguarda i singoli, migliori in campo Barella, re del centrocampo, e Handanovic. Nella Lazio bene Acerbi mentre Correa è il fulcro del gioco biancoceleste ma spreca troppo.