La Juventus è pronta a scendere in campo contro il Torino in vista del match di campionato in programma domani, sabato 5 dicembre, alle ore 18. Ecco quanto dichiarato alla vigilia del match dall’allenatore bianconero Andrea Pirlo.

Le parole di Pirlo

Il derby è importante perché è la stracittadina, vale molto per entrambe le squadre e le tifoserie: per parecchie volte ho avuto la fortuna di giocarlo, di vincerlo e ho fatto anche gol, è un ricordo indelebile. È bello da giocare, ci sono tante emozioni e speriamo di fare una grande gara”, ha affermato l’allenatore bianconero ai microfoni di Juventus Tv. “Ci arriviamo bene, cerchiamo in queste ultime ore di recuperare un po’ di forze dopo l’altra sera perché abbiamo avuto poco tempo, ma siamo preparati per proseguire il nostro cammino in campionato e fare una gara seria” ha aggiunto.

Sulla Champions League: “Cercavo una riposta per noi stessi, soprattutto per la crescita e per il morale: dovevamo fare una gara importante sotto l’aspetto tecnico e mentale, ora lavoriamo con un po’ più di serenità. Sarà una settimana bella e lunga, ma ora l’obiettivo è catapultarci sul derby che è importante: bisogna pensare a una partita per volta” ha proseguito Pirlo. Alex Sandro?: “Ha solo bisogno di tempo e di ritrovare la forma migliore perché è stato fermo due mesi e mezzo e non è facile rientrare, però l’altra sera ha dimostrato di esser sulla buona strada”.

Chiesa?  “Un bravo ragazzo e un grande giocatore. Non è facile esser catapultato dalla Fiorentina alla Juventus con tutte le polemiche che ci sono state. È arrivato con tanto peso addosso e c’è voluto un po’ di tempo per adattarsi e adesso piano piano sta crescendo e ha bisogno di trovare il gol per sbloccarsi mentalmente”. In merito all’assenza di Morata: “Cercheremo di riempire l’area con giocatori diversi, magari con delle rotazioni. Magari con Alvaro eravamo più presenti, mentre con quelli che giocheranno domani cercheremo di arrivarci da fuori, però dobbiamo riempire l’area di rigore perché i gol arrivano da lì”.