Dybala Liverpool

È ormai nota la crisi di risultati della Juventus, ma fa ancora più clamore l’assenza di gol segnati dagli attaccanti bianconeri nelle ultime due partite.

Il piano Dybala

L’attacco non segna da due partite. Tutto normale o quasi se si trattasse di una squadra da medio-bassa classifica, ma non della Juventus. L’assenza di gol da parte degli attaccanti in due partite consecutive è un chiaro segno di squilibrio, segno che qualcosa non vada. Perciò serve una svolta, e colui che potrebbe darne il “la” è proprio Paulo Dybala.
Sono ormai 41 giorni che Paulo Dybala non calca l’erbetta di uno stadio, da quel il 10 gennaio 202, quando si è infortunato nella partita contro il Sassuolo di De Zerbi.
Da allora la Joya è in trepidazione e lunedì prossimo potrebbe essere il suo giorno. Nel Monday Night di questa giornata di Serie A ,mister Pirlo potrebbe farlo sedere in panchina nel match conto il Crotone, sperano che Paulo possa recuperare minutaggio per essere poi pronto il 9 marzo nel match “dentro-fuori” contro il Porto.

Juve più vincente con Dybala

Come riporta la Gazzetta dello Sport le statistiche parlano chiaro: la Juventus con in campo Paulo Dybala è più prolifica. La media-gol con Paulo in campo è 2.3 gol a partita, 1.7 senza l’argentino in campo. Anche i punti sono di più con 2.3 a match invece di 1.7. Ecco perché è fondamentale riavere il dieci il campo.
A causa del suo infortunio, Pirlo ha dovuto adattare spesso Kulusevski a seconda punta, ma questo non ha portato i frutti sperati anche perché nel 2021 nessun attaccante della Juve ha segnato in Serie A, a parte CR7. E non è un dato da poco per una squadra nove volte campione d’Italia consecutive.
Poi, con gli ultimi infortuni (Arthur, Cuadrado, Bonucci), la Juve ha perso gran parte della creatività e della costruzione del gioco che solo con il ritorno di Dybala possono essere riacquisite.
Insomma, la Joya sta tornando. Qualche partita di “rodaggio” e potremo ammirare nuovamente le sue qualità in campo.