Dall’Ara verso il tutto esaurito nella sfida con l’Inter. Grande entusiasmo nonostante una partenza decisamente a rilento per entrambe le compagini.

La formazione

Per riprendersi dopo l’avvio certo sotto le aspettative, Spalletti potrà contare su Nainggolan, che sarà in campo dal 1° minuto dietro a Maurito Icardi il quale, come Ronaldo e Higuain, é ancora a caccia della prima rete.

Spalletti cerca quindi la scossa, che spera gli sarà data dai suoi uomini più rappresentativi o dai nuovi acquisti. Il ninja sarà sicuramente sotto ai riflettori: con il mister ha trascorso le sue migliori stagioni; i tifosi nerazzurri sperano che si possa ripetere a Milano.

Il trequartista

Il ruolo che Nainggolann dovrá ricoprire sarà verosimilmente quello di trequartista dietro alla punta; salvo sorprese dell’ultimo minuto alle quali Spalletti ci ha abituati: in questo caso prenderebbe il posto di uno fra Vecino o Brozovic ( più probabile di quest’ultimo), a favore di Lautaro Martinez o l’esordio dal 1° minuto di Keita Balde, anch’esso in cerca di spazio.

Diversi dubbi quindi per Spalletti, che dovrà disegnare un attacco che possa impensierire la difesa del Bologna di Inzaghi, apprezzato proprio per il suo gioco difensivo.

Oltre all’attacco, il tecnico nerazzurro dovrà decidere se rischiare Asamoah (vittima di uno scontro di gioco nella sfida con il Torino) o se puntare sul finora deludente Dalbert. Probabile che si punti sul rischio, cioè per il terzino Ghanese.

Appuntamento alle 18 di Sabato; vedremo chi fra le due saprà riprendersi in vista della pausa per le nazionali.