Sono ore calde, caldissime per il Parma, da punto di vista societario. Secondo quanto riportato da tuttomercatoweb.com, sarebbero ore decisive per il passaggio del sodalizio gialloblu di proprietà di Nuovo Inizio ad un nuovo gruppo. Non più però ai qatarioti guidati dal Hisham Al Mana, ma al gruppo americano Krause. Nei giorni scorsi Krause della Krause Holdings ha approfittato del tentennamento del qatariota, arrivando in Italia, visitando il centro sportivo di Collecchio e sopravanzando Al Mana, diventando di fatto l’indiziato numero uno per prelevare il Parma.

L’interesse degli americani

Il Financial Times approfondisce la trattativa Krause-Parma. Trattativa da 100 milioni, con l’accordo della presenza di Nuovo Inizio, con quota di minoranza in società per altri cinque anni. La Krause Holdings si aggiudicherebbe il 60%, un gruppo importante che nel 2019 ha fatturato 2,8 milioni di dollari. Un gruppo che in Italia ha acquistato la cantina Serafino dal gruppo Campari nel 2017 e altre due aziende vinicole nelle Langhe (oltre al gruppo Vietti), che stanno facendo una parte delle fortune del consorzio americano, il cui maggior profitto viene dalla catena Kum & Go, che vanta oltre 400 sedi negli States. Oggi potrebbe essere una giornata devisiva: Krause potrebbe essere in Italia in giornata per incontrare il gruppo di imprenditore che ha riportato in alto il Parma con delle basi solide, rendendo la società appetibile sul mercato.