Il Milan perde in maniera netta con lo Spezia in una partita dominata dai padroni di casa, con gli uomini di Pioli incapaci di abbozzare una sola azione offensiva. Il Milan resta primo in attesa della sfida di domani sera tra Inter e Lazio.

Il primo tempo

Pioli schiera Dalot al posto dello squalificato Calabria, rilancia Kjaer al posto di Tomori e ritrova Bennacer e Calhanoglu. Saelemaekers preferito a Castillejo a destra. Nello Spezia Italiano affida l’attacco a Gyasi e Agudelo e la regia di centrocampo a Ricci. Lo Spezia parte fortissimo. Saponara dopo 10 minuti costringe Donnarumma al miracolo col Milan completamente in bambola. Ibra è spaesato davanti e solo l’imprecisione offensiva dei padroni di casa permette agli ospiti di non capitolare. Si chiude una prima frazione col Milan che recita un clamoroso zero alla voce tiri in porta.

Il secondo tempo

La ripresa riparte con lo stesso copione del primo tempo. Spezia che va a mille e Milan piantato sul campo incapace di opporre una minima reazione. Al minuto 56 lo Spezia passa in vantaggio. Percussione centrale di Agudelo che arriva a tu per tu con Donnarumma, Romagnoli entra in scivolata e serve involontariamente Maggiore che appoggia in rete a porta vuota. Pioli manda dentro Mandzukic per Leao, Meité per Bennacer e Tomori per Kessiè ma un minuto dopo i cambi Bastoni infila Donnarumma con un gran tiro dal limite. La partita finisce sostanzialmente qui. Il Milan non riesce a reagire e l’unica occasione è un colpo di testa di Mandzukic al 91esimo. La partita si chiude con un incrocio colpito da Acampora dal limite sull’ultima azione della partita. Cala il sipario. In vista della Stella Rossa e del derby con l’Inter Pioli dovrà ricompattare tutto il gruppo.