La Fiorentina torna da Verona con tre punti preziosissimi che le regalano una boccata d’ossigeno in questo finale di stagione.

La Viola esce vittoriosa dal Bentegodi con un 2-1 vitale in ottica salvezza. Nel primo tempo al 46′ segna Vlahovic su rigore dopo una bella azione di Venuti. Una prima frazione che ha visto una buona mezz’ora dei padroni di casa, che hanno creato tre occasioni, ma è la Viola ad uscire nel finale andando vicino al gol.

Nella ripresa il ritmo è più lento, ma da azione da fermo è Caceres al 65′ a trovare il raddoppio. Non basta il doppio vantaggio a dare sicurezza ai viola, perché al 72′ Salcedo dimezza lo svantaggio. Il finale è una girandola di ammonizioni e di sofferenza per i Viola che portano a casa tre punti d’oro nella corsa alla salvezza. In attesa dei risultati delle concorrenti.

Le pagelle viola

DRAGOWSKI 7: Nel primo tempo è decisivo in più occasioni. Forse sul gol segue troppo con gli occhi il pallone, ma la serata è buona.

QUARTA 6: Partita attenta con poche attrazioni verso l’attacco. Solido.

PEZZELLA 6: Partita sicuramente positiva del Capitano, finalmente senza sbavature evidenti.

CACERES 6,5 Decisivo con il gol del raddoppio. Magari poteva ostacolare meglio Salcedo sul gol gialloblu.

VENUTI 7: Ribalta le difficoltà iniziali lungo la sua fascia con il decisivo salvataggio sulla riga e sull’ottima azione che porta al rigore del vantaggio viola.

PULGAR 5,5: Primo tempo spesso in difficoltà tra i centrocampisti veronesi, qualche errore anche in fase di rilancio.

AMRABAT 6: Partita positiva contro gli ex compagni, con una ripresa in rialzo dopo un primo tempo un po’ anonimo.

BONAVENTURA 6,5: Il centrocampista più sveglio della Viola: si procura il rigore ed è sempre pronto ad aiutare l’attacco. Peccato per l’ammonizione che gli fa saltare la Juventus. Dall’86’ Castrovilli

BIRAGHI 5,5: Il laterale sinistro pare sempre in difficoltà fisica, si rende poco pericoloso in avanti, soffre dietro. Dall’86’ Igor

RIBERY 5,5: Prova a fare il regista avanzato, però da una seconda punta si aspetta anche il gol. Poteva farlo sullo 0-0 ma il tiro è stato fiacco. Dal 77′ Kouamè

VLAHOVIC 7: Segna sempre lui. Siamo a sedici reti, altro rigore pesantissimo e lui è glaciale. Poi col suo carattere e i suoi movimenti tiene su la squadra.