Dopo la bella vittoria per 6-1 ai danni del Chievo Verona, la Fiorentina si prepara ad affrontare l’Udinese, squadra rivelazione di queste prime due giornate di campionato.

Probabili formazioni

La squadra viola scenderà in campo con il solito 4-3-3 e gli interpreti saranno probabilmente gli stessi della precedente sfida con il solito ballottaggio nel mezzo con Edimilson ancora favorito su Dabo e Norgaard e nel tridente d’attacco, dove Eysseric rimane leggermente in vantaggio su Pjaca.

Squalificato Mandragora per “espressioni blasfeme”, i bianconeri di Velazquez che scenderanno in campo con il 4-2-3-1 saranno i 10/11 di domenica con un ballottaggio a tre tra Pussetto, D’Alessandro e Barak, con il primo avvantaggiato sugli altri.

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Edimilson, Gerson; Chiesa, Simeone, Eysseric.
All. Pioli

Udinese (4-2-3-1): Scuffet; Stryger Larsen, Nuytinck, Troost-Ekong, Samir; Behrami, Fofana; Pussetto, De Paul, Machis; Lasagna.
All. Velazquez

Dove vederla

La partita sarà disputata domenica 2 settembre alle ore 18:00 allo stadio Artemio Franchi e questa volta non verrà trasmessa su Sky ma su DAZN.

Parla Vitor Hugo

Vitor Hugo, in un’intervista, ha affermato che la squadra ha bisogno dell’apporto del pubblico per rendere al 100% anche se lui, dal campo, non si è accorto niente su quello che succedeva in curva Fiesole (domenica c’è stata una contestazione alla società).

Il brasiliano ha detto che il gruppo è molto unito e vuole fare meglio dell’anno scorso. Inoltre non vede l’ora di giocare con il nuovo arrivato Pjaca che per lui è molto forte e sta pian piano entrando in forma. Infine il difensore è tornato sulla scorsa stagione: “Il momento più brutto è stata la perdita del capitano Davide Astori, giocare a Benevento in quell’ambiente è stato davvero surreale”.

Un altro giovane

Tofol Montiel, giovane della cantera del Maiorca, convinto da Corvino a sposare il progetto viola, sembra un giocatore molto interessante, al punto che Pioli sembra intenzionato a tenerlo in prima squadra. Per il giovane trequartista classe 2000, talento che molti paragonano a Messi, Corvino ha dovuto pagare la clausola di 2 milioni per portarlo a Firenze.