Italiano

Vincenzo Italiano, tecnico della sorprendente Fiorentina, si è presentato in conferenza stampa per presentare la gara contro l’Inter.

Italiano presenta così la gara di domani contro i Campioni d’Italia, gara al vertice della classifica: “Un avvio così importante era difficile da prevedere, ma ci speravo, ci credevo. Essere già ad un livello così importante mi rende orgoglioso del lavoro fatto da tutti. Noi dobbiamo temere tutto dell’Inter: sono i campioni d’Italia, con il Real ha fatto una grande gara e contro il Bologna ha dimostrato di stare bene. E’ una squadra concreta, che ha un cinismo esagerato. Ma noi possiamo mettere in difficoltà l’Inter se giochiamo come nelle altre partite. Servirà la massima attenzione in campo: mi auguro che sia una bella partita

Su questa Fiorentina, se è una squadra in cerca di rivincita: “Questa è una squadra che è nata a Moena… non dobbiamo pensare al passato. Tutte le squadre hanno dei difetti e noi siamo una di queste: dobbiamo cercare di alimentare l’entusiasmo che abbiamo costruito. A Genova ho detto ai ragazzi che dovevamo rendere ferlici i nostri tifosi che erano nel settore ospiti”

Sull’entusiasmo ritrovato dei tifosi, soprattutto per Italiano: “E’ bello vivere momento di questo tipo: sarebbe da stupidi mollare ed abbassare la guardia. Se arrivano complimenti così importanti tutti dobbiamo essere felici. Non dobbiamo però, ripeto, mollare: non ce lo possiamo permettere”.

Sull’importanza di Pulgar nella sua squadra: “Erick è un giocatore che mi sta sorprendendo: oltre ad avere qualità ha anche senso tattico ed intelligenza: è un po’ chiuso come carattere ma in campo si fa sentire. A Genova ha fatto una grandissima gara ma penso che possa arrivare al tiro con più frequenza. Ha un gran piede anche per i calci da fermo. Sono contento di come si sta comportando“.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Fiorentina-Inter: probabili formazioni e dove vederla

Le parole di Italiano su Saponara

italiano saponara

Saponara, insieme a Bonaventura, è stato uno dei grandi protagonisti della vittoria a Marassi, queste le parole del tecnico sul giocatore con cui è scattato un’intesa importante: Riccardo a Genova è stato grandioso perché i ragazzi sanno che chi subentra in partita è un valore aggiunto: la stima per lui c’è sempre stata e lui sa cosa può dare. Lo spirito deve essere quello mostrato da lui e dai ragazzi in queste prime quattro partite. Se fai gol e assist, i compagni ringraziano. Per domani vediamo, non lo so…”

Per quanto riguarda gli infortunati Castrovilli e Venuti non ci saranno, mentre Gonzalez sarà valutato fino all’ultimo.