La Fiorentina è in vendita! Dopo il Consiglio d’Amministrazione di sabato 1 giugno la svolta storica all’interno del mondo viola pare essere certa: i Della Valle stanno trattando la cessione dopo 17 anni passati sotto la loro proprietà.La nota ufficiale emessa dopo il CDA viola parla chiaro: “Nel corso della riunione odierna del Consiglio di Amministrazione la famiglia Della Valle ha dato notizia dell’esistenza di un processo, attualmente in corso, finalizzato alla cessione della Società, che, qualora andasse in porto, potrebbe garantire alla Fiorentina un nuovo assetto azionario nel più breve tempo possibile. Preso atto di queste comunicazioni, il Consiglio, nella sua interezza ha rimesso il proprio mandato nelle mani della proprietà”.

I Della Valle stanno trattando la vendita e ciò dovrebbe avvenire in tempi brevi. L’interlocutore, il possibile acquirente non viene indicato, ma è evidente che il suo nome è Rocco Commisso, come ammesso dal consigliere Panerai. Commisso, italiano, partito a 12 anni dalla Calabria, e ha costruito con le proprie mani in USA l’impero Mediacom, che ha la sua attività nelle telecomunicazioni, inserito dalla rivista Forbes tra i duecento uomini più ricchi d’America con un patrimonio valutato sui 4,5 miliardi di dollari. Le parti pare abbiano concluso un preaccordo che prevede il passaggio entro fine giugno. Se Commisso rispetterà le scadenze e i pagamenti programmati, la società viola avrà una proprietà a stelle e striscie. Ora ci sarà la valutazione dei bilanci viola, ma non dovrebbero essere intralci, essendo questi un fiore all’occhiello della società gestita dai Della Valle, che forse hanno peccato di passione ma non di oculatezza nei conti.

Tempi brevi sono necessari

La tifoseria viola spera che il passaggio venga fatto in tempi brevi: troppe incognite sul tavolo. La nuova stagione è già alle porte: c’è da decidere chi sceglierà i giocatori, chi li allenerà, Montella nonostante un contratto lungo e pesante, non è sicuramente certo del posto dopo un finale di stagione grigissimo. L’incongnita Chiesa: con i Della Valle sicuramente sarebbe partito per motivi d’ambizione, con una nuova proprietà i dubbi sono maggiori. Non sarebbe certo un bel biglietto da visita per Commisso presentarsi con la cessione di Federico, sicuramente sarà fatto ogni tentativo per trattenerlo, per ripartire con un nuovo entusiamo.

L’era Della Valle

Siamo davanti ad una svolta importante: i Della Valle lasciano dopo 17 anni, trascorsi sulle montagne russe, dalle qualificazioni in Champions alle salvezze delle ultime giornate, dalle avventure di Prandelli e del primo Montella, alle scazzotate di Delio Rossi, fino alla tragedia del grande capitano Davide Astori. Tante belle cose, tanti momenti di una contestazione figlia di un atteggiamento a volte troppo presuntuoso. Ora Firenze chiede aria nuova, freschezza, nuovo entusiasmo, speriamo che la passione di un uomo del sud come Commisso possa riportarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *