Fiorentina

La Fiorentina cade a Udine e butta via una partita che era stata preparata per cercare di portare a casa un pareggio.

La Fiorentina, a Udine, è andata incontro ad una delle peggiori prestazioni stagionali. Poco importa se l’Udinese si è avvicinata poche volte nell’area avversaria e prima della rete del vantaggio ha fatto solo un tiro nello specchio con Stryger Larsen (parato da Drągowski) e altri due con Molina e Arslan usciti alti di poco. I viola non si sono resi mai pericolosi se non con un tiro di Quarta dalla distanza deviato da Walace e messo poi in angolo da Musso e con quello di Vlahović, il quale ha raccolto un grande passaggio di Ribéry e si è fatto ipnotizzare ancora dall’estremo difensore bianconero.

Non ci possono essere giustificazioni dopo quanto visto e pensare che, a detta di Prandelli, l’obiettivo era portare a casa 1 punto…

Meglio di Roma e peggio di Napoli

Che sia stata una partita – passatemi il termine – brutta lo si era capito, ma adesso è lecito chiedersi: quanto brutta? Beh, se dobbiamo essere onesti, la gara di ieri è stata sicuramente meglio di quella giocata all’Olimpico contro la Roma con Iachini in panchina e non ci saremmo stupiti se quel giorno fosse finita 7-0 per i giallorossi. Anche lì, come in altre situazioni, bisogna ringraziare Drągowski.

Una partita in cui tanti goal li abbiamo presi veramente, ovvero 6, è stata quella contro il Napoli. Ecco, uno che la guarda non può mai pensare ad un risultato così umiliante. Nel primo tempo, infatti, dopo il vantaggio di Insigne, i viola hanno attaccato e sono andati vicini al pareggio con il quasi autogol di Demme (traversa su tiro sbagliato di Biraghi), con il rasoterra di Ribéry parato da Ospina e ancora con un tiro di CB3 che sfiora il palo alla sinistra del portiere azzurro.

La peggiore in assoluto contro il Benevento

Considerando che anche in Coppa Italia contro il Padova c’era da piangere, i tifosi metteranno al 1° posto il match contro il Benevento come il peggiore, al momento, di tutta la stagione. Dovevano essere 90′ speciali, visto che era la prima di Prandelli dopo 10 anni dall’ultima volta e invece i toscani si sono resi protagonisti in negativo di una prestazione da horror perdendo meritatamente per 0-1.