Pirlo potrebbe esonerato nelle prossime ore. Lui e la dirigenza hanno distrutto la Juventus in poco tempo. Costruire è un’opera lunga e faticosa. Per rovinarla basta una sola stagione di orrori 

Gettare la croce su Andrea Pirlo, è fin troppo semplice e riduttivo. Certo il tecnico neofita ha fatto una marea di errori imperdonabili. Ha proposto dei moduli, che non si adattano ai calciatori a sua disposizione. Ha cambiato 35 formazioni in 35 partite, dando la netta sensazione di non aver le idee chiare. La squadra è confusa e non sa che fare quando ha la palla tra i piedi. Dopo nove stagioni di successi infiniti, si può anche non vincere lo scudetto, ma bisogna perdere con dignità e personalità. La squadra di Pirlo non ha messo le mostra queste qualità imprescindibili per la Juventus.

Esonero Pirlo, ad ore arriva l’annuncio?

Pirlo-Agnelli

Ora si attende l’annuncio dell’esonero, probabilmente tardivo ed insignificante. C’è una finale di Coppa Italia da disputare e tre gare di campionato, valide per “salvare” la faccia. Tudor è un pronto a fare da traghettatore. Le colpe, e tante, sono però da dividere con Nedved, Paratici ed Andrea Agnelli. Incapaci di allestire quest’anno una squadra degna di essere chiamata tale. Rabiot, Ramsey, Bernardeschi, Mc Kennie, Bentancur, gli ormai datati Chiellini e Bonucci, stonano maledettamente con la nona sinfonia suonata per quasi una decade intera.