Domenica 11 novembre alle ore 15 andrà in scena allo stadio Carlo Castellani la sfida salvezza tra Empoli e Udinese, valida per la 12° giornata di Serie A. Dopo la pesante sconfitta dell’ Empoli per 5-1 rimediata venerdì scorso al San Paolo contro il Napoli e l’attuale penultimo posto in classifica con 6 punti, il tecnico dei toscani Andreazzoli è stato sollevato dall’incarico dal presidente Corsi. Al suo posto è arrivato Beppe Iachini con un unico, grande, obiettivo: conquistare la salvezza. Dall’altra parte arriva un Udinese con il dente avvelenato per la cocente sconfitta contro il Milan arrivata proprio allo scadere dei minuti di recupero e che ha lasciato la squadra friulana a ridosso della zona retrocessione con 9 punti. Per il giovane tecnico spagnolo Velazquez potrebbe essere quindi una partita da dentro o fuori. A dirigere la partita sarà il fischietto Giacomelli della sezione di Trieste.

Empoli

L’esonero di Andreazzoli, l’allenatore della scorsa promozione, ha fatto molto discutere soprattutto per l’ottimo calcio espresso dalla squadra sotto la guida del tecnico carrarino e perché il solo punto conquistato nelle ultime cinque di campionato è arrivato comunque affrontando 3 big quali Napoli, Roma e Juventus. Tuttavia la dirigenza ha deciso di intervenire per ottenere un cambio di rotta e gli imprescindibili punti salvezza. Ecco quindi Iachini, che lo scorso anno centrò questo obiettivo con il Sassuolo per poi essere succeduto da De Zerbi. Il tecnico marchigiano presumibilmente non stravolgerà la formazione per questo delicato esordio casalingo ma manterrà il solito 4-3-1-2. Davanti, al fianco del bomber Caputo, si rivedrà dal primo minuto La Gumina, l’ex Palermo che ha raccolto soltanto diciotto minuti complessivi contro Juventus e Napoli. Alle loro spalle agirà Zajc mentre davanti alla difesa è ballottaggio tra Capezzi e Bennacer, con quest’ultimo che parte leggermente favorito. A completare la linea mediana saranno Krunic e l’ex Torino Acquah. Confermato in porta Provedel, sugli esterni di difesa confermati Di LorenzoAntonelli. Un solo indisponibile per i toscani, l’attaccante Rodriguez.

Udinese

Velazquez si affiderà ancora al 3-5-1-1 per quella che potrebbe già essere l’ultima spiaggia. In porta confermato Musso, mentre in difesa, a differenza della partita con il Milan, è probabile l’utilizzo dal primo minuto di Wague al posto di Opoku, il cui errore ha causato proprio l’azione che ha portato al gol dei rossoneri. Scelta d’emergenza per i friulani visto anche la contemporanea assenza di Nuytinck per squalifica, il reparto arretrato sarà completato dal nigeriano Ekong e da Samir. Ancora ai box Barak per una forte lombalgia, regia affidata a Mandragora al fianco di Fofana, mentre sulle corsie esterne spazio a Ter Avest e Stryger Larsen. Davanti ci saranno Lasagna e Pussetto che partirà più laterale, supportati dal fantasista argentino De Paul.

Le probabili formazioni

EMPOLI (4-3-1-2): Provedel; Di Lorenzo, Maietta, Silvestre, Antonelli; Acquah, Capezzi, Krunic; Zajc; La Gumina, Caputo. All. Iachini.

UDINESE (3-5-1-1): Musso; Wague, Ekong, Samir; Ter Avest, Fofana, Mandragora, Stryger Larsen, De Paul; Pussetto, Lasagna. All. Velazquez.

I precedenti

Sono 22 i precedenti in Serie A tra Empoli e Udinese: 9 successi friulanivittorie toscane, 8 pareggi.

Grande equilibrio nelle gare giocate in casa dei toscani, con 3 vittorie per parte e 5 pareggi in 11 confronti. Due stagioni fa l’ultima volta al Castellani, terminò 1-0 in favore dell’Empoli grazie alla rete decisiva di Mchedlidze.

Precedenti in serie A
Giocate: 22
Vittorie Empoli: 5
Pareggi: 8
Vittorie Udinese: 9
Gol Empoli: 18
Gol Udinese: 27

Precedenti Empoli-Udinese
Giocate: 11
Vittorie Empoli: 3
Pareggi: 5
Vittorie Udinese: 3
Gol Empoli: 10
Gol Udinese: 10

Dove vederla

La partita verrà trasmessa in diretta Domenica 11 Novembre alle ore 15 in esclusiva sulla nuova piattaforma DAZN, accessibile tramite pc, smartphone o tablet previo abbonamento mensile al costo di 9,99 euro (il primo mese è gratis e si può disdire in qualsiasi momento).