Dybala Juve

Paulo Dybala è stato il protagonista del primo appuntamento stagionale di Junior Reporter, l’evento organizzato dalla Juventus, che offre la possibilità ai Junior Black&White Member di intervistare i calciatori bianconeri. Ecco le dichiarazioni del numero 10 della Juventus.

Le dichiarazioni di Dybala

Paulo Dybala ha risposto per l’occasione a tante domanda, come ad esempio “Qual è stata la tua emozione più grande con la Juve e quale sarà il prossimo traguardo?”. Il calciatore ha quindi risposto: “Per fortuna ho vissuto tanti momenti belli alla Juventus. La mia prima esperienza è stata una finale vinta facendo un gol. Abbiamo vinto tanti trofei insieme e quindi è difficile trovarne uno. Penso che l’arrivo alla Juve per me sia stata un’emozione unica, indossare questa maglia per la prima volta, fare la prima conferenza stampa da giocatore della Juve. I traguardi spero saranno tanti, il più importante è la prossima finale che giochiamo a gennaio contro il Napoli”.

Idolo da bambino? “Il mio idolo da bambino è stato Ronaldinho. Mi piaceva tantissimo come si divertiva dentro il campo, la sua gioia di giocare e quello che trasmetteva al di là delle giocate. Quello che riusciva a dimostrare in campo con molta semplicità”. Mentre alla domanda su quale sia il suo sogno più grande in qualità di calciatore, ha risposto: “Sono due i sogni che ho. Uno è poter vincere la Champions, ovviamente con la Juventus, e l’altro è poter vincere un mondiale con l’Argentina”.

Quanto è importante indossare la maglia numero 10 alla Juve? “È molto importante, c’è tanta responsabilità. C’è tanto lavoro, però sono orgoglioso di poterlo fare. Il giorno che la Juve mi ha chiesto di poter indossare questo numero così importante per la storia di questo club, non è stato facile decidere perché ovviamente sapevo tutto quello che portava dietro questo numero. Quello che però dico sempre è che al di là del numero, lo stemma che c’è davanti è più importante e più difficile da portare perché ci viene chiesto sempre di più e dobbiamo essere sempre pronti a farlo per questa squadra”.