Dopo il clamoroso tonfo alla Sardegna Arena la Fiorentina si lecca le ferite e pensa ai prossimi impegni. Per fortuna o no arriva la sosta, forse agli uomini di Montella sarebbe stato più utile tornare subito in campo per dimenticare una domenica storta che ha bloccato sullo stomaco il pranzo dei tifosi viola. La Fiorentina si ritroverà al centro sportivo Astori mercoledì dopo 48 ore di rompete le righe per iniziare a confrontarsi su quanto è successo contro il Cagliari e iniziare a preparare la trasferta di Verona. Contro l’Hellas rientrerà Ribery, dopo aver scontato le 3 giornate di squalifica, ma Montella perderà i due perni del centrocampo sempre per squalifica Pulgar e Castrovilli. Situazione pesante in casa viola, vista la non brillante stagione di Badelj. Sicuramente una maglia da titolare la riavrà Benassi, da capire se l’altra sarà per Zurkowski o ci sarà un cambio modulo.

Dieci i giocatori viola convocati

Intanto saranno 10 i giocatori viola in giro con le nazionali: Castrovilli, per lui prima chiamata, si è aggregato insieme a Chiesa con la nazionale maggiore azzurra per le partita contro la Bosnia e l’Armenia. Da valutare Chiesa che ha subito contro il Cagliari un colpo duro alla caviglia. Ranieri e Sottil saranno con l’Under 21 per giocare contro l’Islanda e l’Armenia per il torneo di qualificazione dell’Europeo di categoria. Terzic si unirà alla nazionale serba Under 21. Milenkovic con la sua Serbia sfiderà il Lussemburgo e l’Ucraina. Badelj invece con la Croazia affonterà la Slovacchia e la Georgia. Poi i sudamericani Pulgar, Pezzella e Pedro che si uniranno rispettivamente a Cile, Argentina e Brasile Under 23.