La Procura Federale della FGIC ha presentato ufficialmente il deferimento a carico della Società calcistica Parma e di Emanuele Calaiò. Il giocatore è deferito con l’accusa di tentato illecito sportivo per alcuni messaggini inviati al giocatore dello Spezia, Del Col ed il Club a titolo di responsabilità oggettiva. Il comunicato riporta il deferimento per violazione dell’art. 7, comma 1 e2 del C.G.S., per aver posto in essere atti diretti ad alterare il regolare svolgimento ed il risultato finale della gara Spezia-Parma del 18 maggio u.s. valevole per il Campionato Professionistico di Serie B 2017/2018.

Qualora l’illecito venisse accertato, in caso di penalizzazione per il Parma, aprirebbe le porte della serie A al Palermo; mentre se venisse derubricato a slealtà sportiva a subìre le forti sanzioni sarebbe solo il giocatore Calaiò a titolo personale. Il processo dovrebbe iniziare fra 2-3 settimane.