Una stagione difficile, un momento sicuramente poco positivo quello che sta vivendo il Capitano della Fiorentina German Pezzella. Un rendimento quantomento altalenante in campo, dove il difensore argentino alterna prestazioni incolori a situazioni esaltanti. Il rigore causato contro la Juventus, seppur involontario e con un movimento naturale, ormai quel tocco di braccio è regolamentato con un rigore. Non sempre però, a vantaggio della Viola, qualche giornata fa per un fallo analogo di Allan, l’arbitro preferì sorvolare… Il Capitano viola è un baluardo non solo tecnico ma anche morale nello spogliatoio gigliato, degno erede di Davide Astori. Pezzella è uno che ci mette la faccia, il primo a non gradire l’esonero di Pioli nella scorsa stagione e la sua voce fu chiara all’interno della società. Uno che ci mette la faccia e la testa ovunque, come da lui riportato in tante dichiarazioni, e per questo spesso ha avuto problemi di fratture agli zigomi, anche quando non è lui a provocarli. L’ultimo caso fu al Bentegodi a fine novembre, dopo un respiro di partita Di Carmine con una gomitata lo fece fuori (altro caso segnalato da Commisso come situazione non degnamente punita dagli arbitri…).

Il mese di gennaio è stato un’altalena di rendimento per Pezzella e c’è bisogno di un suo ritorno ai propri livelli per dare continuità di rendimento all’intera formazione per una risalita in classifica. Il mese è iniziato con l’errore a Bologna su Santander al 94′, aver causato un fallo evitabilissimo ha dato l’occasione per il successivo pareggio felsineo. Momenti negativi che si sono succeduti con l’espulsione contro l’Atalanta in Coppa Italia, l’evidente simulazione nell’area della Dea ha provocato la seconda ammonizione e la successiva espulsione che per fortuna non pregiudicarono il passaggio del turno. Rigore causato maldestramente anche contro il Genoa, ingenuamente beffato da Favilli: lì fu Dragowski a salvare la viola parando il rigore a Criscito. Per ultimo il rigore, come detto, domenica scorsa all’Allianz Stadium.

Non solo azione negative di Pezzellla, il Capitano è stato decisivo nella gara della paura contro la SPAL. Lo stacco di testa decisivo nell’area ferrarese ha portato 3 punti vitali, che per il momento hanno staccato la Viola dalla zona rossa della classifica. Gol decisivo che fa il paio con quello di quasi un girone fa, quando la rete alla Sampdoria diede alla Fiorentina di Montella la prima vittoria in campionato.

Allora Capitano? Ti aspettiamo più forte che mai!