Bakayoko e Kessié tutto a posto, nessun provvedimento nei loro confronti. Il Giudice Sportivo ha declinato le competenza a decidere su quanto avvenuto al termine di Milan-Lazio. Questo è il comunicato uscito poco dopo le 13: “Il Giudice Sportivo, quanto ai fatti di cui alla segnalazione della Procura Federale con e-mail del 15 aprile 2019, ore 12.16, e riguardante i calciatori del Milan Bakayoko e Kessié i quali, “dopo aver ricevuto in segno di cortesia da parte del calciatore della Lazio Acerbi la propria maglia, esponevano quest’ultima in modo ironico sotto la Curva occupata dai tifosi del Milan”:

– rilevato che nulla è riportato nel referto del Direttore di gara, mentre nel rapporto dei Collaboratori della Procura Federale si dà conto, motivatamente, delle circostanze che hanno impedito agli estensori del rapporto stesso di rilevare l’episodio;

– considerato, altresì, che la sopra descritta segnalazione della Procura Federale non può avere seguito ai fini della valutazione della prova televisiva, atteso che i casi di condotta gravemente antisportiva sono chiaramente tipizzati ai fini della disposizione di cui all’art. 35, 1.3 CGS e tra essi, in mancanza di una previsione anche residuale, non può rientrare la fattispecie in esame;

declina la competenza a decidere sull’episodio segnalato dalla Procura Federale, restando del tutto impregiudicato il potere del medesimo Organo requirente di promuovere, verificati i presupposti e secondo le modalità e i tempi consentiti, le iniziative e le azioni di competenza in ordine alla possibile violazione dei principi generali sanciti dal CGS”.

Multe pecuniarie per tanti

Il Giudice Sportivo ha multato cinque giocatori per la rissa al termine della partita di sabato sera. Diecimila euro a Bertolacci, Kessie, Musacchio, Luiz Filipe e Patric, sanzionato della stessa cifra anche Simone Inzaghi e inibito il ds biancoceleste Tare fino al 30 aprile. 10.000 euro di multa anche al Milan poiché al 40′ della ripresa un tifoso milanista ha sputato due volte a Simone Inzaghi (che stava uscendo dal campo poiché allontanato, le proteste verso Rocchi gli sono costate la stessa multa). Per Tare, invece, inibizione federale per “approcciato il direttore di gara con fare minaccioso proferendo ripetutamente espressioni gravemente irrispettose”.

Gli altri squalificati: due giornate a Zaza

Squalifica per due giornate: Simone Zaza (Torino), per avere al 28° del secondo tempo rivolto all’arbitro espressione ingiuriosa. Squalifica per una giornata: Barella (Cagliari), doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; Biraschi (Genoa), per avere volontariamente colpito il pallone con le mani, impedendo la segnatura di una rete; Pellegrini (Cagliari), doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.Squalifica per una giornata: Chibsah (Frosinone), Dijks (Bologna), Fares (SPAL), Gabbiadini (Sampdoria), Pandev (Genoa), Pisacane (Cagliari), Luis Alberto (Lazio), Santander (Bologna).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *