L’Atalanta, reduce dalla netta vittoria in casa contro il Crotone, si trova davanti ad una vera emergenza nel reparto offensivo. Dopo i problemi di Zapata, pure Sam Lammers rischia un lungo stop.

La punta olandese, arrivata a Bergamo dal PSV per 9 milioni di euro, era stata vicina alla cessione durante il mercato invernale, ma la dirigenza aveva deciso di trattenerlo nonostante le numerose proposte italiane ed estere, perché un terzo attaccante in rosa sarebbe stato senza dubbio prezioso, visti i tenti impegni degli uomini di Gasperini.

Le notizie però non sono delle migliori: infortunatosi nelle ultime settimane, il centravanti oranje rischia uno stop di un paio di mesi. Difatti, gli esiti delle analisi parlano chiaro: spalla lussata, con possibile operazione che lo terrebbe lontano dal campo non solo per il periodo di riposo, ma anche per una manciata di settimane da dedicare alla riabilitazione.

La decisione probabilmente spetterà al numero 7 nerazzurro, ma la situazione offensiva della Dea inizia ad essere preoccupante: Zapata non è al top della forma dopo il problema accusato contro il Real Madrid, Lammers, come detto, rischia uno stop forzato di 6-8 settimane e Muriel è costretto agli straordinari, ma, vista la cadenza degli impegni, è difficile pensare che il colombiano non possa mai rifiatare.

A questo punto, oltre ad Ilicic, che è però una seconda punta, diverrà fondamentale l’apporto offensivo garantito da Miranchuk, Pasalic e Malinovskyi, trequartisti con il vizio del gol.