Il Milan esce sconfitto ai rigori contro il Valencia per 5-3, una gara che comunque ha saputo dare emozioni e soprattutto spunti al tecnico Pioli che ha avuto anche occasione per virare su un 4-4-2 nel secondo tempo. Sugli scudi Brahim Diaz, male Krunic.

Maignan 6,5: molto bravo a respingere un tiro insidioso di Cheryshev ed in generale attento nelle uscite. (dal 46′ Tatarusanu 6: attento sul tiro di Correja).

Conti 5: probabilmente distratto da voci di mercato riuesce a concludere praticamente nulla, abulico. (dal 61′ Calabria 6: non ancora in formissima, fa quello che può con pochi minuti nelle gambe).

Tomori 6,5: il solito difensore attento ed arcigno, manda in rete Leao, peccato fosse in fuorigioco (dal 46′ Kalulu 6: il francese non stona).

Romagnoli 6,5: altra gara importante per il difensore rossonero, sbaglia pochissimo (dal 46′ Gabbia 6: buon approccio alla gara).

Ballo-Tourè 6: da rivedere la fase difensiva, bravo ad attaccare, sufficienza stiracchiata (dal 61′ Theo Hernandez 6,5: decisamente un’altra musica, la gamba è già in forma smagliante).

Tonali 6: meglio rispetto alla gara contro il Nizza, in ripresa (dal 46′ Krunic 4: entrata su Gayà da rosso diretto, e sul rigore………)

Pobega 6: gioca quasi tutta la gara senza infamia nè lode (dall’89’ Di Gesù s.v.)

Castillejo 5: gioca tutta la partita, alterna cose buone ad errori imperdonabili. Sempre gli stessi peraltro.

Brahim Diaz 7,5: un vero e proprio folletto imprendibile, sulla trequarti fa quello che vuole (dal 61′ Rebic 6,5: gioca insieme a Giroud da seconda punta, spunti interessanti).

Daniel Maldini 6: il ragazzo ha talento, soprattutto quando fraseggia con Brahim Diaz per cercare profondità (dal 46′ Saelemaekers 6: gioca fuori ruolo, incide poco)

Leao 6: trova il gol, ma è in dubbio fuorigioco, il portoghese è in vena finalmente (dal 61′ Giroud 5,5: non riesce ad essere ficcante sebbene abbia un’occasione tra i piedi)