Home » Notizie » Ultras Cagliari: appello per una partita che non ne ha più
Notizie

Ultras Cagliari: appello per una partita che non ne ha più

Domenica il Cagliari si gioca la permanente in serie A. Ha a disposizione un solo risultato: la vittoria 

Il sorpasso in classifica da parte della Salernitana, ha messo i rossoblù con le spalle al muro. Il licenziamento di Walter Mazzarri, è arrivato molto in ritardo, rispetto alle prestazioni fornite dalla squadra. Adesso la situazione è precipitata. Alessandro Agostini ha il compito di fare il miracolo; rievocando alcune gesta delle quali fu protagonista, quando stava dall’altra parte della barricata. La gara è una di quelle senza appello. Vivere o morire. Restare aggrappati alla serie A, o sprofondare indegnamente (visti i mezzi tecnici a disposizione) nell’oscurità della serie cadetta. I tifosi invece vogliono combattere, e lo hanno espresso in maniera esplicita con alcuni striscioni.

L’appello recita così: “Tutti a Salerno”. Una sorta di chiamata alle armi, per stare vicino alla squadra, per cercare di fare l’impresa. Vincere a Salerno, contro una squadra che fino a poche settimane fa, era ultima in classifica, è possibile.

Il Cagliari è tecnicamente superiore, ma servirà dell’altro per vincere. Coraggio, concentrazione, forza e unità d’intenti. Quelle caratteristiche che i granata hanno trovato, dopo una lunga parte di torneo davvero imbarazzante. Nicola ha portato mentalità e voglia di combattere. I tifosi dei sardi chiedono proprio questo. La squadra deve giocare fino all’ultimo respiro, gettare il cuore oltre l’ostacolo, e vincere. Mancano tre partite, vincere a Salerno, significherebbe avere il destino nelle proprie mani. Per farlo, servirà superare l’ostacolo degli uomini guidati da Nicola. I tifosi hanno lanciato il loro appello.

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie