Il neo acquisto targato Cairo scalpita, e con un Pjaca in netto calo, l’esordio del compagno potrebbe concomitare con la perdita della titolarità.

Lo splendido match giocato dal Torino contro la Salernitana, ha consegnato certamente gioia e ambizione, ma anche un interrogativo ormai inevitabile: Pjaca rimarrà il titolare di Juric?

Una domanda che momentaneamente non trova una risposta concreta e immediata, poichè le prestazioni dell’ex giocatore di Fiorentina e Juventus stanno deludendo, ma non è certamente una novità, visto anche il percorso fatto con i rossoblu di Genova. Un calo di rendimento che potrebbe dunque costargli il posto, in favore di un Brekalo che, ora più che mai, vuole mostrare al tecnico granata le sue abilità. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Torino-Salernitana 4-0. Gol e Highlights

Torino, Brekalo scalpita: Pjaca rischia il posto

Pjaca

 

Juric avrebbe ragionato a lungo sulla possibilità di far esordire Brekalo contro la Salernitana, una scelta poi abrogata dallo stesso tecnico che non voleva caricare di responsabilità il giovane Pjaca, che avrebbe visto una sua eventuale esclusione come una vera e propria accusa, per la cocente sconfitta subita contro una Fiorentina che, nel match giocato, ha mostrato semplicemente di essere più preparata per partite di questo tipo. Esordio dunque per il neo-acquisto della franchigia granata che potrebbe arrivare già dalla prossima giornata, quando il Torino dovrà affrontare un Sassuolo che esce sconfitto, ma non domo, dalla partita contro la Roma. 

Ci si attendono dunque cambiamenti nelle scelte di formazione, visto anche il bilancio granata al termine di questa entusiasmante terza giornata: due le sconfitte subite, a fronte dell’unica (seppur straripante) vittoria, ottenuta contro una Salernitana che tutt’ora, deve far compattare i nuovi acquisti al resto del gruppo. Un risultato questo che non può essere soddisfacente e che, per divenire tale, necessita di cambiamenti immediati che potrebbero arrivare già contro i neroverdi, che sicuramente, venderanno cara la pelle.