La quindicesima giornata ha regalato tre giorni di pure emozioni. Vediamo allora chi sono stati i protagonisti di questo entusiasmante turno.

Flop

Sul podio dei Flop ancora una volta troviamo il Napoli. La gara contro l’udinese ha messo in mostra un’altra prestazione incolore di Insigne e compagni. La squadra partenopea è apparsa lenta e prevedibile, lontana parente di quella ammirata l’anno scorso. Gattuso dovrà lavorare sulla mentalità di giocatori che in campionato sembrano essere poco motivati. In bocca al lupo!

Sul secondo gradino del podio dei Flop salgono Montella e la sua Fiorentina. I Viola collezionano la quarta sconfitta consecutiva e sono sempre più in crisi. 16 punti nelle prime 15 giornate sono numeri che rendono pericolosamente in bilico la panchina di Montella. Con la peggior partenza degli ultimi 18 anni i tifosi cominciano a spazientirsi. Il tempo è scaduto.

Il pessimo secondo tempo giocato nella gara contro la Lazio scaraventa la Juve sul primo gradino del podio dei Flop di giornata. I bianconeri giocano un match a due facce. I primi 45 minuti sono di ottima fattura: trame di gioco di altissimo livello, con tocchi di prima e verticalizzazioni, vedasi gol di CR7 al termine di un’azione da manuale del calcio. La ripresa invece, complice l’espulsione di Cuadrado, è da 4 in pagella. La difesa non riesce ancora a dare la sensazione di solidità e se non fosse stato per uno Szczesny in stato di grazia, il risultato sarebbe stato ancora più rotondo. Le gare delle giornate precedenti avevano fatto scattare in casa Juve un serio campanello di allarme. La prima sconfitta stagionale era quindi nell’aria, ma niente drammi…

Top

Il terzo gradino del podio dei Top è dedicato a tre giocatori che hanno incantato con le loro giocate. Falco, Pandev e Ansaldi sono tra gli uomini protagonisti di questa giornata. I primi due, nonostante l’ottima prestazione personale condita da gol favolosi, non sono riusciti a portare la vittoria alle loro squadre. Discorso ben diverso per il granata che, invece, con un gol ed un assist, ha portato il Toro al successo contro la Fiorentina. Vittoria o no, restano tre perle che hanno impreziosito questa giornata di campionato. Grazie.

Grazie alla rimonta all’ultimo respiro, l’ Atalanta sale meritatamente sul secondo gradino del podio dei top. Gasperini riesce a vincere una partita scorbutica contro un ottimo Verona che ha messo seriamente in difficoltà i nerazzurri. La Dea dimostra ancora una volta di avere carattere e voglia di sorprendere. L’infortunio di Ilicic ha spalancato le porte al primo gol in serie A di Malinovskyj: un destro all’incrocio imparabile per Silvestri. Ci pensano poi Muriel e Djimsiti a completare l’opera. Arrivano così tre punti d’oro che allentano l’attesa per la partita da dentro o fuori di stasera. Con un’ Atalanta del genere sognare è possibile. Lo Shakhtar è avvertito…

Il primo gradino del podio dei Top è colorato di bianco e azzurro. La Lazio riesce nell’impresa di battere la Juve all’ Olimpico, disputando un secondo tempo di altissimo livello. Luis Alberto e Milinkovic Savic guidano i biancocelesti nella rimonta, conquistando un successo che porta ancora più entusiasmo a Formello. La squadra di Inzaghi demolisce con il gioco i campioni d’Italia. Intensità e verticalizzazioni sono gli elementi chiave di questa vittoria meritatissima che allunga ulteriormente la striscia positiva. Con il settimo successo consecutivo in campionato, l’ aquila continua a volare…