La pausa per la sosta delle nazionali è un momento interessante per un prima valutazione a livello statistico, di alcuni giocatori della rosa di Semplici, anche se poi i dati difficilmente smentiscono il campo. I giocatori, nella media voto dei quotidiani sportivi nazionali, che superano la sufficienza avendo giocato almeno 7 partite tra quelle disputate fino adesso sono: Gomis, voto 6,10; Vicari, voto 6,15; Kurtic, voto 6; Lazzari, voto 6,46; Paloschi, voto 6. Giocatori che si avvicinano alla sufficienza con una media voto superiore al 5,80 sono Cionek, Felipe, Schiattarella, Petagna e Antenucci. Tra i giocatori che hanno una media voto ben al di sotto della sufficienza, c’è Everton Luiz che alla sua scarsa media voto (5.56) aggiunge anche le troppe ammonizioni (5) rimediate in otto partite neanche tutte da titolare. In questa particolare classifica negativa troviamo anche Fares con una media voto pari a 5,55. Dobbiamo segnalare che la delusione più grande, dovuta anche agli infortuni riportati, è la stagione fino adesso dello svizzero Djourou, che arrivato con un curriculum importante, nelle quattro partite giocate ha rimediato una media voto di 5,38. Come si vede da questa analisi i numeri non mentono, Lazzari e Vicari sono i migliori giocatori spallini in questo scorcio di campionato.

Paradossale mistero Viviani

Fa discutere non solo a livello statistico lo zero alla casella partite giocate da Viviani. Lo scorso anno il giocatore romano è stato sicuramente un elemento portante nel raggiungimento della salvezza della squadra di Semplici, se non altro per l’oggettiva capacità nei calci piazzati. Il sito specializzato Squawka lo ha inserito tra i dieci migliori specialisti europei, nei maggiori campionati, in una analisi che parte dal 2015. Viviani è all’ottavo posto col 13% di realizzazioni fatte.

Il mercato intorno a Lazzari

Lazzari è al centro delle voci di mercato. L’esponenziale crescita dell’ala destra di Semplici sta facendo lievitare sempre di più la propria valutazione che ormai supera i 20 milioni. In un’intervista a radio CRC di Napoli Mattioli ha spiegato che offerte dal Napoli non sono arrivate, ma che il giocatore che sta giocando a livelli più alti di quanto possa garantire la SPAL a giugno è destinato a partire, come merita e la sua quotazione non può essere inferiore a quella cifra. Nomi non ne ha fatti il presidente, ma Napoli, Lazio e soprattutto Inter hanno iniziato a sondare la possibilità di aggiudicarsi il talento Lazzari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *