La 15°Giornata di Serie C ha regalato tante emozioni ed alcune sorprese inaspettate. Nel girone A, si ferma il Sudtirol nello scontro diretto di giornata contro la Feralpisalò e ne approfittano le inseguitrici; nel girone B, Reggiana di misura vince ad Imola e mantiene il primato; nel girone C, trionfo del Bari in uno dei tantissimi derby pugliesi di stagione contro la Fidelis Andria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>>> Serie C : presentazione della 15°giornata

Girone A

Come predetto il Sudtirol si ferma in campionato raggiunto nel finale da una rete di Balestrero a cinque minuti dal termine nel big match di giornata contro la Feralpisalò. Questo è il primo gol subito in casa dagli altoatesini. Nella domenica dove il bomber Galuppini resta a secco, il Renate è corsaro a Gorgonzola contro la Giana grazie al gol decisivo del suo compagno di reparto Tommy Maistrello, che riduce da sette a cinque i punti dalla vetta.
Si avvicina il Padova, che rosicchia due punti e resta sempre con una partita da recuperare. Il 3-1 esterno al Garilli contro il Piacenza ha come protagonista Ceravolo, di nuovo a segno.
In piena zona play-off, tre punti importantissimi per la Triestina, nel monday night contro il Legnago, con una sontuosa prestazione del messinese Marco Crimi e della Juventus U23, che nell’ultimo weekend ha messo sempre di più in mostra il talento ex Marsiglia, Marley Akè, che con una doppietta ha trafitto il Fiorenzuola.
Se l’Albinoleffe non ha perso sul campo della Pro Sesto lo deve soprattutto al suo estremo difensore, Matteo Rossi. Il classe 2000 ha parato il terzo rigore in stagione a Capogna, dopo aver ipnotizzato durante la stagione Bunino e Kaio Jorge.
Rischia tanto la Pro Vercelli, che viene travolta dalla Pergolettese, dell’italo giapponese Vitalucci, decisivo con una doppietta.
Torna a trionfare al Briamasco il Trento, che stravince contro un Lecco confusionario, trascinato dal suo capitano Trainotti, autore anche del primo gol di giornata.
Letale per il Mantova la prestazione di Marco Amadio, centrocampista della Virtus Verona, autore del gol partita al termine del primo tempo.
In zona play-out pareggio a reti bianche tra Pro Patria e Seregno. I padroni di casa non sono riusciti a sfondare anche perchè si sono trovati di fronte, Martino Borghese, gigante difensivo che ha salvato i suoi in più di una circostanza.

Norbert Akè, uomo copertino del girone A

Girone B

Il girone B in questa giornata ha confermato che da ora in poi la corsa alla Serie B sarà un capitolo emiliano con tre contendenti: Reggiana, Modena e Cesena. Tutte e tre hanno vinto la loro partita di riferimento ed hanno allungato, quasi in maniera decisiva sulle inseguitrici che balbettano in classifica.
La Reggiana rimane al comando grazie alla vittoria sul campo dell’Imolese, decisa con una rete al termine del primo tempo di Scappini; il Modena, entra nella storia con la settima vittoria consecutiva, passando anche sul campo dell’Ancona con il miglior marcatore gialloblu, Fabio Scarsella.
Il Cesena, al Manuzzi, ha regolato senza difficoltà una Fermana che stava vivendo un buon periodo di forma ed adesso è di nuovo risucchiata in zona play-out.
A nove punti dai bianconeri emiliani, c’è il Siena che cade a Lucca, dove il protagonista di giornata è Elia Visconti, autore di un gol da antologia. A raggiungere i toscani allenati da Gilardino, troviamo la Virtus Entella con gli stessi punti che pareggia sul campo della Pistoiese. Serie C
Con un Pescara sempre più in crisi, gli abruzzesi vengono raggiunti dal Pontedera nello scontro tra le due squadre, con i toscani che trovano la terza vittoria consecutiva.
Al momento l’ultimo posto play-off vede quattro squadre coinvolte: il Gubbio uscito sconfitto da Viterbo grazie ad un ritrovato Calcagni, il Montevarchi corsaro a Grosseto, con l’ennesima rete di Gambale e Vis Pesaro che non va oltre il pareggio a reti bianche contro la Carrarese.
In zona bassa della classifica pareggio spettacolare tra Teramo e Olbia, con i sardi raggiunti due volte dagli abruzzesi nonostante la doppietta di Ragatzu, ex ragazzo prodigio della primavera del Cagliari.

Fabio Scarsella, uomo copertina per la settima vittoria consecutiva per il suo Modena

Girone C

Continua l’egemonia del Bari nel girone C, grande prova di forza per la squadra allenata da Mignani, che vince l’ennesimo derby pugliese di stagione contro una Fidelis Andria, mai entrato in partita. Mattatore di giornata l’eterno Antenucci con una doppietta e un assist vincente.
Regge la pressione il Palermo alla terza vittoria di fila senza subire reti, resta a meno quattro dai pugliesi. Al Renzo Barbera, la Paganese resta in partita per quasi ottanta minuti prima di subire la goleada finale.
Si ferma il Monopoli sul campo del Potenza e si fa scavalcare dalla Turris, che vincendo a Francavilla fa quattro vittorie consecutive e si conquista la terza posizione.
Catanzaro e Avellino si fermano entrambi in casa. I calabresi beffati al novantesimo dalla Juve Stabia. I campani, invece, devono rimontare con un penalty del bomber Maniero, il provvisorio vantaggio del nuovo Picerno allenato da Colucci.
Match al cardiopalma tra due acerrime nemiche di questo girone, Taranto e Catania regalano emozioni e spettacolo all’Erasmo Iacovone, con i pugliesi avanti di due prima della rimonta siciliana, ma un guizzo a tempo scaduto dell’argentino Bellocq fa impazzire di gioia letteralmente i rossoblù tarantini.
In piena zona play-off buon punto in trasferta, nonostante la penalità, per il Foggia sul campo del Campobasso, con un Ferrante ancora in rete.
Nella zona calda della graduatoria, spicca la seconda vittoria consecutiva del Latina, che al Francioni ha la meglio sull’Acr Messina, sempre di più in caduta libera.
Termina in parità la sfida tra Vibonese e Monterosi Tuscia, dove la noia ha regnato sovrana.

Antenucci sempre più decisivo per il Bari di Mignani