Ci risiamo. Un direttore sportivo della Roma, in questo caso Petrachi, che diventa il protagonista inatteso di una conferenza stampa organizzata per presentare i nuovi innesti acquistati nel mercato di gennaio. In passato era toccato a Monchi e Sabatini: adesso è il nuovo ds a puntare il dito contro la stampa e si ritrova costretto a chiarire e controbattere.

Petrachi ne ha per tutti. 14 minuti della conferenza stampa vengono utilizzati solo dal dirigente per rispondere alle critiche e alle ‘false notizie’ circolate dai media nei giorni scorsi. Da parte sua ci sono state critiche al budget stagionale, dicendo che in Italia ci sono club disposti a compare giocatori per 70 milioni, mentre la Roma è stata costretta a costruire una squadra intorno a quella cifra.

Nonostante abbia un contratto valido per altri due anni, Petrachi ha parlato già da ex, come se si sentisse già in uscita. Nelle ultime ore si è parlato di un possibile arrivo di Paratici come nuovo ds se dovesse non rinnovare il contratto con la Juventus, ma la verità è che ad oggi nulla è stato deciso.

La Roma è in attesa di passare nelle mani del nuovo proprietario, Friedkin, quindi la situazione intorno al ds è ancora in sospeso. Si attenderà il finale di stagione per prendere una decisione. La Roma attualmente è a -3 dal quarto posto, con lo scontro diretto di sabato sera ancora da giocare contro l’Atalanta. C’è tempo. Ma intanto, da Trigoria, non hanno preso bene lo sfogo del dirigente.