Dopo il punto riportato da Napoli, nella sfida che ha visto i giallorossi andare in vantaggio nel primo tempo per poi farsi riagganciare nel finale, Eusebio Di Francesco, dopo essere rientrato nella capitale, ha dovuto fare i conti con il problema legato agli infortuni, argomento che non è più una novità a Roma.

La situazione

Gli ultimi ad essere entrati nella lista nera degli acciaccati sono il capitano Daniele De Rossi e il difensore greco Kostas Manolas, entrambi usciti anzitempo nella sfida contro i partenopei. Il primo per il solito problema al ginocchio, il secondo per un fastidio muscolare alla coscia.

Il capitano giallorosso quasi sicuramente non sarà disponibile per la partita di sabato alle 18 contro la Fiorentina a Firenze, sotto consiglio del Dr.Mariani dovrà effettuare un periodo di fisioterapia e di riposo, la speranza che hanno i tifosi ma soprattutto il tecnico abruzzese è quella di averlo a disposizione per la delicata sfida di Champions League a Mosca fondamentale per la corsa al superamento del girone, anche perché il brutto rendimento di Bryan Cristante rende la presenza di DDR fondamentale per gli equilibri della squadra, sia a livello qualitativo che quantitativo.

Per quanto riguarda il greco Manolas la situazione sembra meno grave e di fatto c’è più ottimismo, probabilmente sarà a disposizione per Firenze, la risposta certa ci sarà in giornata, dopo che il difensore giallorosso effettuerà gli esami strumentali.

Non solo De Rossi e Manolas

Come già da settimane gli acciaccati in casa Roma non sono pochi, De Rossi e Manolas sono solamente gli ultimi arrivati, stiamo parlando di Diego Perotti già al secondo stop in questa stagione, Karsdorp, Javier Pastore terzo stop in pochi mesi e infine Justin Kluivert su cui c’è più ottimismo e si spera di recuperarlo per la sfida contro gli uomini di Pioli.

Ma ci sono anche infortuni di natura non muscolare, stiamo parlando di Kolarov che nonostante la frattura della quinta falange del piede sinistro domenica sera era in campo titolare contro il Napoli. Il compito del tecnico giallorosso adesso è quello di saper sopperire agli infortunati e archittetare una formazione di qualità per andare a sfidare la Fiorentina.