Domani ore 20:30 andrà in scena allo Stadio Olimpico il big match tra Roma e Juventus, partita che si rivelerà importantissima per le sorti dei capitolini, meno importante per i bianconeri già Campioni d’Italia da diverse giornate. In vista del match hanno parlato i due tecnici, Massimiliano Allegri e Claudio Ranieri.

Le parole di Allegri

Più che della partita di domani, il tecnico bianconero ha risposto a domande legate principalmente al suo futuro.

Tutto questo fa parte del gioco, dato che il campionato per la Juventus è terminato circa un mese fa. Ha continuato poi dicendo che prima della partita con l’ Ajax aveva comunicato al presidente Agnelli che sarebbe rimasto, ma ad oggi le due parti devono ancora incontrarsi. Ha sottolineato anche di avere le idee chiare, nel caso di permanenza a Torino, su come rinnovare e puntellare la rosa per il prossimo anno, ma naturalmente non ha potuto rivelare nulla. C’è stato anche modo di parlare dei vari recuperi per la partita dell’Olimpico, recuperi importanti, a sinistra torna Alex Sandro, poi Bentancur, Emre Can e infine il dilemma di questa stagione Paulo Dybala. Infatti proprio su quest’ultimo gli è stata posta una domanda in particolare soprattutto legata al suo ruolo in campo che quest’anno ha fatto discutere e non poco. Mister Allegri ha ribadito dicendo che intanto il giocatore domani rientra e dovrebbe giocare dall’inizio. Per quanto riguarda la sua posizione quest’anno è stata sempre la stessa, soprattutto perchè c’era Ronaldo davanti a lui che è un giocatore diverso. Infine ha parlato del presidente Andrea Agnelli, ribadendo ancora una volta di avere un ottimo rapporto con lui e con tutti gli altri dirigenti della società. Poi ha continuato dicendo che per ottenere grandi risultati la società è la cosa più importante: se non c’è una società che sorregge tutto questo difficilmente si arriva in fondo.

Le parole di Ranieri

Anche il tecnico giallorosso ha parlato del suo futuro a Roma, ed è stato molto preciso su cosa farà queste le parole “Finita la stagione, finirà il mio lavoro qui. Al momento della firma avevo già deciso.”

All’inizio della conferenza stampa Claudio Ranieri ha risposto a domande di natura tattica sulla partita di domani. Ovviamente la Roma per continuare a credere nel sogno quarto posto è costretta a vincere senza se e senza ma. La miscela giusta per battere la Juventus secondo mister Ranieri è determinazione e tanta concentrazione. Ci sarà anche il ritorno di Daniele De Rossi che potrebbe tornare titolare, Ranieri lo deciderà a ridosso del match, comunque il capitano giallorosso è a disposizione. C’è stata anche la possibilità di parlare di Nicolò Zaniolo che contro il Genoa è sembrato spaesato. Ranieri ha ribadito dicendo che lui è una mezz’ala a tutto campo, ma in questo momento è importante come trequartista e come esterno di destra, è talmente prestante fisicamente che può ricoprire ogni ruolo. Gli è stato chiesto anche di Edin Dzeko, giocatore che con molta probabilità l’anno prossimo non vestirà più la maglia giallorossa. Secondo il tecnico testaccino è giocatore molto forte e determinato, può capitare un’annata di flessione come quella di quest’anno, ma Ranieri sceglie sempre lui grazie alla sua voglia che dimostra negli allenamenti. L’ex-tecnico del Leicester è tornato anche sull’impiego, da quando c’è lui in panchina, di Cengiz Under. E’ un ragazzo che vede la porta come pochi ed ha un grande tiro. Ma l’infortunio gli ha fatto perdere delle qualità caratteristiche che sta recuperando allenamento dopo allenamento. Ha poi continuato Ranieri che deve migliorare in fase difensiva, deve rientrare anche se non è il suo ruolo. E’ tornato anche sulla sconfitta di Genova, lì si è persa una chance importantissima, bisognava essere più attenti e pratici. A fine gara ha detto che sperava che questo punto potesse alla fine del campionato essere utile. Ha precisato poi che è molto importante restare concentrati fino in fondo. Infine ha parlato di alcuni recuperati Karsdorp, Santon e Florenzi, quest’ultimo uscito per un infortunio a Genova.