Ore di fermento queste che ci separano dalla prima riunione di Lega con ordine del giorno il tema della neo nascente Super League, siamo in attesa di importantissime novità che potrebbero stravolgere il mondo del calcio ed aprire a nuovi incredibili scenari.

La Lega si riunirà nella giornata odierna, ora prevista 17,30 per decidere le sorti dei tre principali club della nostra Serie A. Una vera e propria rivoluzione del calcio europeo che taglierà fuori gran parte delle realtà italiane e non a scapito non del merito sul campo, ma del blasone acquistato nei vari anni. Una secessione dalla Champions che potrebbe avere più ampi risvolti anche per quanto riguarda la competizione entro i nostri confini nazionali, il rischio è tangibile, concreto, reale. Milan, Juventus ed Inter potrebbero essere escluse dalla Serie A, riteniamo al momento un’ipotesi lontana quantomeno nel brevissimo termine, ma questo sarà il tema della riunione di oggi.

Numerosi club italiani sul piede di guerra, categorico l’Amministratore Delegato del Sassuolo:” Quello che ascoltiamo in queste ore sono pensieri che a noi non piacciono. Chi aderisce a questo progetto ha una enorme responsabilità perchè rischia di uccidere il nostro campionato, cerchiamo di capire ma si prospetta qualcosa di non piacevole“. Parole forti alle quali seguono anche dichiarazioni di altri club, con la Superlega infatti sarebbe inevitabile un calo di ascolti televisivi ed in generale un crollo del fatturato a scapito dell’arricchimento di poche.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Superlega, l’annuncio ufficiale: come cambia il calcio

La riunione

Alle 17,30 – come anticipato – ci sarà la riunione di Lega, presenti le dirigenze dei club esclusi dalla competizione quindi tutti tranne Milan, Juventus ed Inter. Le Federazioni sono sul piede di guerra, il faccia a faccia di oggi pomeriggio darà alcune indicazioni in più su come si vorrà procedere, la minaccia seria è appunto quella di una totale esclusione delle tre big dal campionato e dalla Coppa Italia. Si preannunciano scintille che non finiranno di certo nella giornata di oggi.