Non inizia bene la settimana per la sosta delle nazionali in casa Fiorentina. Nel pomeriggio con un report riportato sul proprio sito ufficiale, la Fiorentina ha comunicato un infortunio in nazionale occorso a capitan Pezzella. Si tratta di una lesione tra primo e secondo grado a carico del bicipite femorale, i tempi non sono stati comunicati, ma è un infortunio che solitamente necessita almeno di una ventina di giorni per poter tornare a disposizione. Questa è una tegola pesantissima per la Fiorentina: Pezzella salterà il derby dell’Appennino contro il Bologna, partita delicatissima in questo momento per i viola, e che ogni probabilità dovrà saltare anche la sida del primo dicembre contro la Juventus, la Partita per i tifosi gigliati.

Soluzioni alternative

L’assenza di Pezzella potrebbe minare la sicurezza del reparto più solido della Fiorentina, la difesa: reparto che giunti alla dodicesima di campionato è il secondo meno perforato dopo la Juventus.

Pioli avrà una decina di giorni per decidere il da farsi, ma le opzioni al momento sono due: la prima prevede lo spostamento di Milenkovic al centro della difesa, suo ruolo naturale, con l’inserimento sulla fascia di un terzino di ruolo, Laurini o Dicks. L’altra opzione prevede l’inserimento di Ceccherini, per il momento ancora a zero minuti giocati e con Milenkovic sulla destra. Da non scartare l’opzione con la difesa a tre, l’anno scorso Pioli utilizzò in alcune partite questa impostazione difensiva.

Infortunio per Dragowski ed espulsione per Vlahovic

Gli infortuni non finiscono qui: anche Bartlomiej Dragowski, il portiere di riserva viola, a causa di un trauma contusivo alla spalla destra che gli ha impedito di proseguire gli impegni con la Polonia è rientrato a Firenze.

A Firenze dovrebbe rientrare anche l’attaccante Vlahovic, che impegnato con la Under 19 serba contro il Kazakistan, prima è andato in rete e poi è stato espulso per doppia ammonizione.