Calciobidone, il nome una garanzia. Ormai da 13 anni l’Anti-Pallone d’oro per eccellenza, meglio noto come Premio Calciobidone, è entrato nel vocabolario comune del mondo del calcio, con la mission di eleggere in versione satirica il calciatore straniero più deludente dell’intera stagione di Serie A. E per farlo il portale online Calciobidoni.it si affida in particolar modo ad un’efficace partnership con Fantacalcio.it, Guerin Sportivo, Calcio 2000 e ad una giuria prestigiosa composta negli anni, tra gli altri, dal Direttore Tuttosport Javier Xacobelli, dall’opinionista Rai Furio Zara e da altri rilevanti nomi del panorama calcistico italiano. Il tutto sotto la regia di Cristian Vitali, blogger sportivo e scrittore, da sempre appassionato al mondo dello sport. Nel 2020 a vincere il titolo di peggior calciatore straniero dell’anno, ovvero del Premio Calciobidone, è stato l’interista Eriksen. Nello speciale ranking del Premio Calciobidone spiccano “purtroppo” giocatori di inter e Milan quali Quaresma, Adriano, Kondogbia, Gabigol e Kalinic. Nel 2019 toccò a Schick della Roma, prima di essere raggiunto dal danese Eriksen.  Nel 2010, proprio nell’ambito di Calciobidone, è uscito il libro di  “Calciobidoni: non comprate quello straniero“. Come recitano alcune recensioni, “Calciobidoni. Non comprate quello straniero” è una sorta di bestiario, di fantozziano memoriale sull’esterofilia del calcio italiano dal 1980 fino alla stagione appena conclusa, di vero e proprio vademecum per presidenti e direttori sportivi per non lasciarsi tentare dalle sirene del “calcio d’agosto…”. Nel 2020 il sempreverde Cristian Vitali è stato autore di un altro libro. Ce lo ho commentato in questo modo:  “Undici metri. Storie di rigore è il mio nuovo libro per il 2020, redatto con il giornalista e scrittore Maurizio Targa, con prefazione di Darwin Pastorin e casa editrice SensoInverso. Il libro contiene 60 racconti sui più svariati tentativi di realizzazione dal dischetto. Una collezione di tiri passati alla storia del calcio. Da Giampiero Testa al trionfo di Berlino, passando per i tiri mondiali targati Baggio e Baresi, fino ad arrivare alla buca di Maspero e a Zico e Platini. Un libro da gustare fino in fondo…”. Ora non resta che attendere l’edizione 2021. Chi sarà il prossimo Calciobidone? Di certo ne vedremo delle belle…