La Serie A è ferma causa sosta delle nazionali e nel frattempo Ancellotti visita i posti più suggestivi che ha da offrire la regione campana. Ad accogliere sul campo d’allenamento di Castelvolturno il rientro dei compagni impegnati nelle loro rispettive nazionali potrebbero essere le incognite infortunate: Ghoulam, Younes e Meret.

Finalmente Meret

I ritorni più attesi sono quelli dei due nuovi acquisti che non hanno mai avuto la possibilità di mettersi in mostra per i problemi fisici che hanno riscontrato.

Meret sembrerebbe quasi sicuramente poter essere convocato per la prossima sfida contro la sua ex squadra. Il giovane portiere, definito anche il più promettente del calcio italiano della sua generazione, ha finalmente la possibilità di rimpiazzare i due colleghi e dovrà ripagare lo sforzo economico della società fatto per accaparrarsi le sue prestazioni in campo.

Ecco Younes

Amin Younes paradossalmente nonostante sia stato acquistato durante la sessione invernale di mercato non ha ancora avuto l’occasione di allenarsi con la squadra. Il tedesco dà vita ad una vera e propria telenovela: scappa di nascosto dopo i tre giorni trascorsi a Napoli, tornando in Olanda dopo la breve parentesi praticamente turistica per poi presentarsi al ritiro estivo infortunato.

L’azione ha il sapore, più che di fregatura, di rimpianti per un elemento che sarebbe potuto tornare utile durante la fase di affanno della squadra dell’anno scorso. Contro l’Udinese anche lui probabilmente sarà convocato per la prima volta.

Il caso Ghoulam

Per quanto riguarda Ghoulam, anche per l’algerino si tratta di un incognita perché nonostante non sia un nuovo acquisto, è fermo da quasi un anno e non sappiamo come reagirà il ginocchio allo sforzo dovuto al rientro. Mario Rui mostra qualche sintomo di stanchezza quindi il rientro di Ghoulam potrebbe essere una vera manna dal cielo.

Bisogna dare però tempo al tempo poiché il calciatore dovrà riacquisire la forma fisica persa e metabolizzare gli schemi di Ancelotti. Sperando di rivedere il giocatore visto, che era in forma smagliante prima dell’infortunio. Si spera che quindi il ritorno di questi elementi possa essere un vero triplo regalo per l’allenatore già innamorato di una Napoli trepidante per le vittorie e soddisfazioni in serbo per lei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *