Nei giorni scorsi è stato annunciato dal comune di Napoli un possibile accordo con la società di De Laurentis, che prevede l’affidamento della gestione dello stadio San Paolo alla SSC Napoli. In procinto di assodare le cifre dell’affare quindi il regista avrebbe avuto carta bianca riguardo un eventuale ristrutturazione dell’impianto.

Il progetto

I progettisti si sono subito messi all’opera per garantire un impianto nuovo di zecca nel corso dei 5 anni che il presidente avrebbe in gestione la struttura .
La volontà di ADL è quella di voler effettuare un vero e proprio restyling completo dell’impianto, eliminando la pista di atletica, unificare i due anelli e posizionare sotto entrambe le curve dei maxi schermi.

Si attendono quindi le volontà del comune per quanto riguardo l’approvazione di un eventuale progetto, il quale avrebbe la possibilità di riavere al termine del contratto un impianto ricostruito e modernizzato del tutto.

Addio all’impianto di Melito

Prima del raggiungimento dell’accordo con il comune di Napoli, la società aveva già messo in conto la possibilità della costruzione di un nuovo impianto nei pressi di Melito. Il presidente ha già trovato un accordo con il sindaco di Melito per la costruzione del nuovo centro sportivo azzurro. De Laurentis vuole costruire un centro sportivo sullo stile di quello del Manchester City, ci saranno almeno 12 campi di calcio una vera e propria cantera!

Oltre la costruzione del centro sportivo il presidente aveva messo in conto di costruire nel medesimo comune anche il nuovo stadio del Napoli, qualora i rapporti con il sindaco De Magistris si fossero complicati, ma il riavvicinamento delle parti ha fatto si che l’ipotesi si arenasse.

Si spera che l’impianto di Fuorigrotta sotto la gestione della società azzurra riesca ad avere l’aspetto che merita per proporzionato agli eventi che ospita e che ospiterà in ambito nazionale ed europeo