Pian pianino l’infermeria azzurra si sta svuotando. Il ritorno tra i convocati di Ghoulam è un vero sollievo dato che l’algerino era oramai dato per disperso. Sarà ora da vedere come si troverà con gli schemi di Ancelotti e se li metabolizzerà. È a momenti anche il rientro tra i convocati di Amin Younes, ancora mai visto all’opera in veste azzurra ma si rivelerà sicuramente un giocatore promettente.

Il tedesco nonostante fosse già tesserato dalla scorsa stagione con il Napoli non fu mai visto sul campo di Castelvolturno, a causa di un problema familiare avuto subito dopo aver firmato il contratto con i partenopei che lo obbligò a tornare in Olanda. Ora entrambi sono tornati ad allenarsi in gruppo.

Il caso

L’ultimo giocatore che dovrebbe lasciare l’infermeria dovrebbe essere il neo acquisto Alex Meret. Il classe 97 si sta allenando in gruppo ma di vederlo tra i convocati è ancora fuori discussione. L’infortunio causato il secondo giorno di ritiro a Dimaro dal calciatore della primavera Mezzoni, gli ha causato la frattura all’ulna del braccio sinistro. Il rientro era previsto non oltre la seconda giornata di campionato contro il Milan però fino ad ora dell’ex Udinese non si è vista ancora neanche l’ombra.

Il rientro

Voci di corridoio affermano che il suo esordio potrebbe avvenire proprio in occasione della partita di Champions League contro la Stella Rossa. Il ragazzo da molti individuato come crack in porta è quindi in procinto di tornare ma è davvero necessario mischiare le carte in tavola spiazzando tutti, vista la difficoltà dell’incontro, è rischiare di avere delle spiacevoli sorprese?

Sicuramente questo non spetta a noi dirlo ma ad Ancelotti il quale terrà sicuramente conto di tutti i fattori e dell’eventuale carico di responsabilità che potrebbe avere il ragazzo e valuterà lui quando potrà esordire in maglia azzurra. Sta di fatto che il momento dell’esordio si sta avvicinando e i tifosi partenopei non vedono l’ora di poter essere deliziati dalle parate che avrà da offrire uno delle promesse del calcio italiano.