Domenica prossima alle 15:00 si incontreranno al San Paolo Napoli e Chievo; cioè gli azzurri secondi in classifica, contro i clivensi ultimi e con mille problemi tecnici e societari da risolvere.

Prezzi bassi:

I prezzi molto popolari hanno spinto i tifosi azzurri a tornare allo stadio in massa, sebbene in occasione di una partita che sembrerebbe dall’esito scontato.

Non sottovalutare l’avversario

E’ giusto usare il condizionale , dato che nel calcio partite facili non esistono, e proprio gare come questa sono le più difficili da preparare sotto il profilo motivazionale da parte degli allenatori delle squadre più forti sulla carta.Ancelotti questo lo sa bene, e certamente darà il massimo per non far mancare alla propria squadra la grinta che le ha consentito di prevalere in una autentica “battaglia” come quella di Genova.Ciò detto è chiaro che la favoritissima per Domenica sia la squadra azzurra.

Infatti il San Paolo è un campo proibitivo per tutte le squadre.D’altronde Il Napoli va regolarmente a segno in casa da ben 22 partite consecutive e in questo abbrivio di stagione vanta il miglior attacco (26 reti) insieme alla Juventus.

Il Chievo invece è ultimo in classifica, avendo scontato una penalizzazione di tre punti per le irregolarità in bilancio del proprio presidente, non ha ancora vinto ed ha totalizzato appena 3 pareggi,  oltre ad aver già subìto ben 30 gol.Inoltre, dopo la sciagurata parentesi di Ventura, è pronto ad esordire il nuovo allenatore Di Carlo.

Turnover ragionato

Comunque Ancelotti , dopo la sosta di campionato, attuerà un ragionato turn over in vista della successiva e decisiva partita di Champions contro la Stella Rossa, ma non consentirà ai propri giocatori di prendere sottogamba l’impegno contro i clivensi.