Ieri pomeriggio,i n occasione della quinta giornata del girone di ritorno del campionato di serie A, il Napoli ha asfaltato il Parma al Tardini, vincendo l’incontro per 4-0.La bontà della prestazione è andata ben oltre il risultato; infatti gli azzurri hanno stravinto anche sotto il profilo del gioco, creando numerose altre palle-gol.

Il temibile attacco dei ducali, che hanno messo in difficoltà serie tutte le altre compagini più forti del nostro torneo, è stato bloccato dal pressing e dalle coperture preventive, così solo in un’occasione Gervinho è riuscito ad impegnare seriamente Meret.

Da tener presente che ieri mancavano due titolarissimi:Albiol e Insigne.Ma la nota più lieta per i tifosi azzurri è rappresentata proprio dalla larga vittoria.Infatti nelle ultime due partite contro ,Fiorentina e Torino, il Napoli ha praticamente giocato la stessa partita vista a Parma, cioè ottima, ma i suoi attaccanti hanno sbagliato occasioni da gol incredibili,  buttando all’aria due vittorie e facendo arrabbiare non solo i supporters partenopei, ma anche il solitamente serafico Ancelotti, che nello spogliatoio si è fatto sentire con i vari Insigne, Mertens e Milik!

A proposito di quest’ultimo, che ieri ha trovato una splendida doppietta, vanno fatte alcune considerazioni. In base al rapporto gol-minuti giocati è attualmente capocannoniere del torneo e inoltre ieri ha realizzato il terzo gol su punizione, raggiungendo Leo Messi in questa speciale classifica.

E’ un attaccante completo: gioca anche spalle alla porta, facendo salire la squadra, è molto tecnico, veloce (considerando la sua stazza) e fortissimo di testa e nei controlli orientati.Insomma Arek ha tutto per “sfondare” in ogni senso, gli mancano ancora un po’ di costanza e di freddezza sotto porta.In bocca al lupo!