In attesa di sapere quando ripartirà la Serie A, le squadre si stanno allenando per trovar la giusta condizione e farsi di conseguenza trovare pronte alla ripresa delle ostilità. Sarà un vero e proprio tour de force con partite ogni tre giorni senza possibilità di prendere fiato dalla fatica e dal caldo che giocoforza si farà inevitabilmente sentire.

Tutte le squadre dovranno quindi affidarsi al turnover, ossia ad una turnazione delle risorse in campo al fine di bilanciare scientemente il minutaggio ripartendolo anche tra le pedine che magari hanno avuto meno occasioni di mettersi in mostra.

Le mosse in difesa

Anche Stefano Pioli ha in mente un turnover abbastanza ricco avendo più giocatori in grado di subentrare. Per la difesa ecco spuntare fuori l’eterno ballottaggio tra Conti e Calabria, più volte riproposto anche in campionato prima dell’emergenza legata al Coronavirus, con l’ex Atalanta che comunque parte in vantaggio. Al centro della difesa sicuro sarà l’utilizzo di capitano Romagnoli al quale verrà chiesto un sacrificio importante, mentre al suo fianco ci sarà la possibilità di valutar anche Duarte al momento oggetto misterioso falcidiato da un infortunio e dalle scelte tecniche.

Il centrocampo

Ampie scelte anche a centrocampo con Biglia che è tornato ad allenarsi intensamente e sembra pronto per rientrare a fianco di Bennacer che potrebbe tornare nel ruolo di mezzala che tanto gli piace. Importanti anche il ritorno di Kessiè ed il pieno recupero di Krunic, oltre alla possibilità di vedere per un po’ di minuti il neo acquisto Saelemaekers. Oltre a loro, verrà dato spazio anche a Paquetà Bonaventura, prossimi partenti verso altri lidi.

Spazio a Leao

Pioli si aspetta molto da Rafael Leao, attaccante acquistato durante la scorsa estate ed incapace fino ad ora di dimostrare di quale pasta sia fatto. Per lui sarà questa un’occasione importante avendo comunque ancora a fianco una pedina fondamentale come Ibrahimovic il cui futuro potrebbe essere lontano da Milano. Sicura la presenza in campo di Ante Rebic che prima dello stop forzato stava affrontando un momento di forma stratosferico con gol e prestazioni notevoli.