Che qualcosa fra il Milan e Kessiè si fosse rotto lo si era intuito da tempo, ma l’evolversi della situazione in modo così veloce non era assolutamente prevedibile nè calcolabile. L’ivoriano pare fuori dal progetto e Pioli sta assumendo un comportamento certamente duro nei suoi confronti che è iniziato con l’esclusione della scorsa settimana contro la Lazio per arrivare alla non convocazione per la gara di stasera contro la Juventus a Torino. La spiegazione ufficiale è che è fuori forma, ma siamo certi questa non sia l’unica motivazione.

Duro faccia a faccia in settimana

Pioli dai suoi giocatori esige impegno e rispetto, oltre che in campo, anche ovviamente in settimana ed all’interno dello spogliatoio. Su questo fin da subito si è dichiarato inflessibile e lo è ancor di più in un momento come questo dove serve coesione per cercare di risalire la china. Pare infatti che Kessiè in settimana abbia fatto ben altro, entrando in campo per l’allenamento eccessivamente svogliato e col muso lungo per l’esclusione nella gara casalinga contro la Lazio. In un’altra occasione si è pure presentato in ritardo scatenando le ire dello stesso Pioli il quale si è soffermato con lui a lungo in un vero e proprio faccia a faccia a muso duro. Da lì la decisione di non convocarlo per la gara contro la Juventus preferendogli ancora una volta Krunic.

La Premier League sta alla finestra

Non è da escludere una cessione di Kessiè già a gennaio, parecchi club inglesi starebbero facendo il filo all’ivoriano che potrebbe a questo punto decidere di cambiare aria e propendere per un campionato che si addice alle sue caratteristiche fisiche. Il Wolverhampton da tempo non nasconde il suo interessamento, per lui ci sarebbe un’idea di trattativa basata sui 25 milioni di euro, cifra minima al di sotto della quale il Milan non pare disposto a trattare. Chi n questi soldi la dirigenza rossonera potrebbe indirizzarsi verso quel profilo di una certa esperienza che da settimane stanno cercando per il centrocampo (Rakitic?).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *