Mc Kennie e Rabiot hanno vissuto la loro stagione d’esordio nel nostro campionato, con percorsi diametralmente opposti. Allegri avrà il compito di “stabilizzare” le loro prestazioni 

Il primo è partito bene, con verticalizzazioni, inserimenti e una marea di palloni recuperati. Una sorta di giovane Vidal, che può ancora crescere. Poi i problemi fisici lo hanno perseguitato ed il suo rendimento è calato alla distanza. L’americano adesso ha appena vinto la Concaf Cuo, ed è stato eletto MVP della manifestazione.

 Mc Kennie e Rabiot, Allegri può rilanciarli 

Il francese invece, al contrario, è partito male, ed ha terminato la stagione in crescendo. Rabiot infatti ha dimostrato di essere potenzialmente un buonissimo centrocampista. È una mezzala, con ls capacità di inserirsi bene. In Nazionale è un giocatore importante. Con Massimiliano Allegri, ha l’opportunità di riscattarsi, di crescere soprattutto dal punto di vista tattico e mentale. È giovane e questo è un punto a suo favore. Insomma i due centrocampisti saranno una grande risorsa per il tecnico bianconero. La Juve ha però necessità di un regista in grado di orchestrare la squadra. Locatelli e Pjanic sono sul taccuino di Cherubini, ma attenzione alle sorprese.