Il Milan sbatte per la seconda volta contro il muro del Lille, ma torna a casa con un punto, una prestazione convincente e riesce soltanto in parte a riscattare la brutta sconfitta della partita d’andata rovinosamente persa per 3-0.

I rossoneri passano in vantaggio al 46’ con Castillejo su perfetto assist di Ante Rebic, si avvicinano al raddoppio con un tiro di poco fuori da parte di Calhanoglu, ma al 65’ è Bamba a sfruttare una sponda di David per il gol del pareggio.

Nel finale il ritmo cala, le due squadre ormai stanche danno l’impressione di essere soddisfatte del pareggio, per il Milan, secondo nel girone, sarà fondamentale il prossimo turno contro il Celtic.

Le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6,5: reattivo su due conclusioni di Araujo, non può nulla sul pareggio di Bamba. Sempre sicuro.

Dalot 5,5: eccessivamente timido a dispetto della sua fama, in occasione del gol del pareggio del Lille si perde Bamba. Prova non del tutto convincente per il portoghese.

Kjaer 7: David vede quasi mai la palla, solita gara di carattere del danese, ma ormai non fa più notizia.

Gabbia 5,5: ha l’onere di sostituire capitan Romagnoli, gli riesce quasi tutto bene, ma una disattenzione su David poteva costare molto cara.

Theo Hernandez 6: sebbene non sia stata la sua migliore gara, si guadagna una sufficienza piena. Svolge entrambe le fasi con diligenza senza strafare.

Tonali 5,5: l’impressione è che stia sempre giocando con il freno a mano tirato, sa di avere poche possibilità e non vuole sbagliare. Cresce decisamente nel secondo tempo, ma da lui ci si aspetta qualcosa in più.

Bennacer 6: meno ispirato del solito, ma sempre ordinato. Un combattente instancabile per tutti i 90 minuti.

Castillejo 6,5: Rebic lo serve al bacio, lo spagnolo non sbaglia.  Finalmente decisivo dopo troppe gare sottotono. Durante la gara si spegne spesso, ma regala qualche segnale incoraggiante.

Calhanoglu 5: non c’è con la testa, le voci di mercato offuscano le idee del turco che di fatto non riesce ad incidere. Sostituito giustamente. (Dal 16’ st Diaz 5,5: fatica ad imporsi e cincischia eccessivamente con il pallone tra i piedi).

Hauge 5,5: non buona la prima. Cresce nella ripresa, ma di fatto non sfrutta degnamente un contropiede nel primo tempo. ( dal 31’ st Krunic 5: la sagra degli errori, in 15 minuti difficile vederne così tanti).

Rebic 6,5: non ancora al top della forma fisica, ha il grande merito di servire su un vassoio d’argento l’assist per il gol di Castillejo. ( dal 16’ st Colombo 6: si muove bene, combatte su ogni pallone).

Bonera 6,5: la squadra è ben messa in campo, sfiora il colpaccio su un terreno tutt’altro che facile. La squadra anche senza Ibra gira bene.