Home » Notizie » L’angolo tecnico del Mezzi – 19° giornata
Notizie

L’angolo tecnico del Mezzi – 19° giornata

L’angolo tecnico del Mezzi – 19° giornata. La corsa inarrestabile del Napoli, il crollo delle milanesi. Al giro di boa, situazione chiara

Quel Napoli corsaro a Salerno è una promessa tricolore. Gli azzurri chiudono il girone d’andata con numeri che parlano da soli: 50 punti, 16 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta, 46 reti fatte, 14 subite, Milan a -12. Numeri da scudetto !

Non solo: Inter, Lazio e Roma a -13. Juventus azzerata dalle condanne per il caso delle plusvalenze e fuori dalla corsa per il titolo. Sembra essere l’anno buono per Spalletti, a caccia del primo scudetto della sua lunga carriera.

La squadra partenopea ha quello che altri non hanno: l’asse Meret, Kim Min Jae, Lobotka, Kvaratskhelia, Osimhen. Sono la spina dorsale e il segreto del primato. La spinta del pubblico è benzina nelle gambe degli azzurri.

La prima rivale era il Milan, ma i rossoneri si sono liquefatti come neve al sole. Sarri ha rifilato un tremendo poker in faccia a Pioli, sottolineando tutte le magagne della gestione dell’allenatore emiliano. Cade anche l’Inter: Milano abdica.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Roma, Milik accetta la Roma

La crisi diversa di Pioli e Inzaghi, dietro corrono: Europa a rischio ?

Quella delle milanesi è una crisi che ha origini diverse. Il Milan è una squadra che è rimasta come era, dopo lo scudetto. Non si è evoluta mentalmente, tatticamente, i nuovi arrivati non sono stati messi nelle condizioni giuste.

Soprattutto Pioli non è riuscito a trovare alternative al suo modo di giocare. Ormai gli avversari hanno trovato le misure giuste: raddoppiano sistematicamente la fascia sinistra, mettono Bennacer – Tonali in inferiorità numerica.

Sbaglia sempre le formazioni di partenza, sostituisce monotematicamente sempre gli stessi: Diaz, Messias Jr, Saelemaekers, Giroud, Calabria. Soprattutto ha deprezzato l’intera campagna acquisti. Quanta pazienza avrà Maldini ?

L’Inter paga la crisi degli attaccanti: Lukaku, Correa e Martinez stanno rendendo sotto le aspettative. Inzaghi è attaccato a Dzeko, ma non basta. La squadra avrebbe bisogno di Asllani, la manovra a centrocampo è lenta. Il caso Skriniar è destabilizzante. Si parla tanto di De Ketelaere e poco di Baldanzi: per questo non si va ai mondiali….

LEGGI ANCHE:  Milan, Chaka Traore sugli scudi: Abate e Pioli gongolano

Roma e Lazio corrono, Atalanta e Juventus danno spettacolo. Il Torino manda in crisi Italiano

La Lazio ha dato un’autentica lezione di gioco e di concretezza al Milan. la squadra adesso è “sarriana”. La Roma è andata a vincere a La Spezia con le reti di El Shaarawy e Abraham, senza Zaniolo la manovra è più fluida. Un caso ?

Spettacolare pareggio fra Juventus e Atalanta: sei reti, occasioni a go go, portieri impegnati allo stremo, squadre determinate a prendere l’intera posta in palio. Gasperini ha dimostrato di potersela giocare per un posto in Europa, mentre Allegri non molla.

I bianconeri dopo il -15 che li ha condannati a scivolare al decimo posto, hanno la possibilità di cominciare a programmare la prossima stagione, con o senza Allegri in panchina.

L’altra metà di Torino festeggia il sacco di Firenze. A Juric è bastato un colpo di Miranchuk per i tre punti, Italiano nel pensatoio. La Fiorentina produce molto, ma non quaglia: rivedere qualcosa nel sistema di gioco ?

Sprofondo Sampdoria, esulta Sottil. Speranza Verona, battuto il Lecce. Pareggi nelle altre partite

LEGGI ANCHE:  Milan, il focus tecnico della partita con la Dinamo Zagabria

A 2′ dalla fine una rete di Ehizibue ha mandato la Sampdoria all’inferno e fatto esultare l’Udinese. Stankovic malgrado tutto l’impegno non riesce a risollevare le sorti della squadra doriana. Dando ragione a Giampaolo, cacciato con troppa fretta.

La vittoria sul Lecce alimenta le speranze salvezza del Verona, la coppia Zaffaroni – Bocchetti lavora in simbiosi. Ma se dovesse partire Ilic, la risalita sarebbe ancora più complicata. Salentini troppo presuntuosi.

Sempre in tema pericolanti è cominciata la rincorsa di Ballardini alla guida della Cremonese. Dopo aver eliminato il Napoli agli ottavi di Coppa Italia, i grigiorossi hanno inchiodato il Bologna sul pareggio. La variabile lombarda potrebbe sconvolgere la corsa salvezza nel girone di ritorno.

Infine, pareggio fra Monza e Sassuolo. Il nuovo allenatore Palladino ha riportato i brianzoli in acque tranquille e merita altri palcoscenici, ha la faccia del predestinato. Idea Juventus per il dopo Allegri ? Dionisi lotta per salvarsi, ma ha bisogno del mercato.

 

 

 

 

 

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie