Kean Ramsey

Faccia da ragazzino, talento da fuoriclasse. Moise Kean sta facendo innamorare tutti i tifosi, non solo bianconeri. La Juve dovrà sbrigarsi a blindare il gioiellino perché giocatori del genere possono assicurare un futuro luminoso.

Sempre più convincente

La partita di ieri sera ha confermato lo straordinario periodo di forma che sta vivendo il ragazzino classe 2000, esploso in questo avvio del 2019. La doppietta con l’Udinese aveva fatto piombare Kean sulle prime pagine dei giornali, facendo ricredere anche i più scettici. La prestazione contro l’Atletico ha mostrato come questo ragazzo non abbia paura di nulla, entrando con grande personalità in un match così delicato e sfiorando addirittura il gol del 3-0. La sua crescita in questa stagione è frutto anche della vicinanza con CR7, da cui magari è riuscito a rubare qualche segreto.

Occhio Juve!

La Juve dovrà stare attenta, considerando che l’entourage del giocatore è capitanata da un certo Mino Raiola e che il contratto scade a giugno 2020. L’aspetto economico non rappresenta un problema, ma Kean vuole avere certezze dalla società bianconera. Vuole capire quale sarà il suo ruolo per non rischiare di passare un’altra stagione a scaldare la panchina. Il fatto di avere davanti il miglior giocatore del mondo complica la scelta. Come raccontato da Chiellini, il giovane centravanti, infatti, è stato in procinto di andar via da Torino per cercare spazio altrove, ma proprio grazie ai consigli del capitano bianconero Kean è rimasto sotto la Mole.

“Un predestinato”

Le parole al miele spese da Mancini rappresentano un ulteriore iniezione di fiducia per il giovanissimo attaccante. Il primo 2000 a segnare nel campionato di serie A, il più giovane italiano a scendere in campo dal primo minuto rappresentano numeri da vero e proprio predestinato. Nel mezzo, a confermare la crescita esponenziale di questo ragazzo, spiccano una doppietta strepitosa contro l’Udinese ed un quarto d’ora di altissimo livello nel match storico dello Stadium contro l’Atletico. Dotato di grande tecnica (vedi lo stop di tacco contro l’Udinese) unita ad un‘ottima forza fisica, Kean ha il futuro dalla sua. La Juve lo sa.