L’Italia di Roberto Mancini scende in campo questa sera ore 20.45 a Genk per sfidare in amichevole gli Stati Uniti. C’è molta curiosità per vedere all’opera soprattutto gli esordienti Tonali, Sensi e Grifo, i quali probabilmente avranno la loro occasione a partita in corso o forse addirittura dall’inizio. Per la prima volta in una gara Uefa, ci sarà la sperimentazione del Var.

Ultimo impegno per gli Azzurri

Archiviata la Nations League, l’Italia riparte in Belgio per proseguire i miglioramenti mostrati nel nuovo corso Mancini. L’amichevole contro gli Stati Uniti, ultimo impegno della Nazionale in questo 2018, rappresenta un’opportunità per provare a ripetere l’ottima prestazione fatta contro il Portogallo e, soprattutto, per dare la possibilità ai giovani di mettersi in mostra e fare esperienza. Nel ritiro dell’Italia il clima è disteso e tra gli Azzurri c’è una nuova consapevolezza: quella di essersi scrollati di dosso l’onta della mancata partecipazione al Mondiale di Russia e la voglia di poter tornare tra le big d’Europa e del mondo.

Italia: tocca alla Nazionale B

Il ct Mancini dovrà far fronte alle numerose assenze poiché tanti giocatori hanno già lasciato il ritiro per acciacchi vari. L’ultimo, in ordine di tempo, è stato Lorenzo Pellegrini. Un’assenza che si è aggiunta a quelle di Insigne, Chiellini, Jorginho, Florenzi e Immobile. Tra i pali, Sirigu dovrebbe prendere il posto di Donnarumma, mentre al fianco del confermato (e fischiato) Bonucci dovrebbe essere il turno di Rugani. Sulle corsie De Sciglio ed Emerson Palmieri nettamente favoriti. Il centrocampo dovrebbe subire le minori modifiche con Barella e Verratti confermati e l’ultimo posto disponibile destinato a Sensi, comunque in ballottaggio con Gagliardini. Come sottolineato dallo stesso Mancini nella conferenza della vigilia, però, nella ripresa ci sarà spazio per il millenial Tonali. L’attacco sarà tutto nuovo: sicuri titolari sono Lasagna al centro e Berardi sulla destra, con Grifo (che indosserà la maglia numero 10) favorito su Chiesa a sinistra, a causa delle condizioni non perfette dell’esterno della Fiorentina.

Stati Uniti: titolare il figlio di Weah

In maniera simile alla nostra nazionale, anche la formazione americana sta attraversando una fase di rinnovamento. Nella rosa statunitense sono presenti anche nomi importanti, come Weah e Klinsmann, rispettivamente i figli di George e Jurgen (tra l’altro ex Ct degli USA). Tra questi due probabilmente partirà titolare il giovane Weah (che milita nel Paris Saint Germain), mentre il portiere Klinsmann, difficilmente potrà trovare spazio. Gli americani si schiereranno quindi con il loro tipico 4-2-3-1 in cui dovrebbero trovare posto Guzan tra i pali, Yedlin e Villafana come terzini, con Carter-Vickers e Brooks centrali. Il dubbio è in attacco, nel ruolo di prima punta: ballottaggio tra Wood e Sargent, con il primo in vantaggio. Il trio di fantasisti dovrebbe essere composto da Pulisic, Gall e Weah.

Probabili formazioni e dove vederla

Italia (4-3-3): Sirigu; De Sciglio, Bonucci, Rugani, Emerson Palmieri; Barella, Verratti, Sensi; Berardi, Lasagna, Grifo. All. Mancini

Usa (4-2-3-1): Horvath; Yedlin, Carter-Vickers, Brooks, Cannon; Acosta, Trapp; Pulisic, Gall, T. Weah; Wood. All. Sarachan

Arbitro: Çakir (Turchia)

La partita verrà trasmessa in diretta su Rai1 alle ore 20.45.