Anche quest’ estate ci saranno numerosi cambiamenti in casa Inter. Posto che il nodo allenatore debba essere ancora risolto, con le quotazioni di Spalletti in discesa e quelle di Conte in salita, numerosi saranno i giocatori ad essere ceduti. Si partirà da Ivan Perisic, la cui permanenza a Milano, dopo le varie vicessitudini (tra scontro con Icardi, richiesta di cessione nel mercato di gennaio e i mugugni di San Siro) è quasi impossibile. Occorrerà trovare un sostituto di livello.

Idea Bergwijn

Il nome più gettonato è quello dell’ olandese Bergwijn. Ala sinistra con spiccate dote offensive, Bergwijn si è messo in mostra quest’ anno con la maglia del Psv, tra l’ altro avversaria dell’ Inter nei gironi di Champions. Classe ‘97, fa della velocità e del dribbling le sue armi migliori. Ma quest’ anno è stato l’anno della sua consacrazione dal punto di vista realizzativo. Già 12 gol in Eredivise, più un gol in Champions. Il tutto condito da 12 assist. Score che gli è valso l’ attenzione dei top club europei (si parlava di un interessamento del Man Utd) e la chiamata in nazionale maggiore. Finora solo 5 presenze da comprimario, ma siamo sicuri che sarà un protagonista della nazionale Orange dei prossimi anni e si spera anche dell’ Inter.

L’offerta nerazzurra

Il prezzo del cartellino è alto : oltre 30 milioni, la cifra che dovrà essere spesa anche per il riscatto di Keita Balde. Difficile che il senegalese rimanga e con i soldi ottenuti da Perisic e Candreva, si potrà tentare l’ offerta all’ olandesino. L ‘ Inter vuole battere la concorrenza sul tempo e proprio in questi giorni sta premendo il piede sull’ acceleratore. Pare che il Psv abbia chiesto Karamoh. Il cartellino di quest’ ultimo abbasserebbe il prezzo del talento del Psv ma chissà se l’ Inter sia disposta a cedere il suo talento o classe 98 (quest’anno in prestito al Bordeaux), che potrebbe essere il sostituto ideale proprio di Bergwjin. Staremo a vedere cosa ha in mente Marotta.