Inter-Milan: le ultimissime

Si scaldano i motori in vista della stracittadina tra Inter e Milan questa sera allo Stadio San Siro di Milano alle ore 20.30. Saranno circa 78.000 gli spettatori che assieperanno le tribune del Meazza con un incasso record che supererà i 5 milioni di euro.

Il derby è sempre una sfida appassionante, carica di energia, con le due rivale che sulla carta sembrano equivalersi e che puntano questa stagione decisamente in alto guardando verso la zona Champion con convinzione e sapendo di averne i mezzi necessari quantomeno per provarci, visto che per lo scudetto Juve e Napoli sono in vantaggio al momento.

Sarà una partita avvincente, non ci sono dubbi, l’Inter ha una rosa migliore e i singoli sulla carta sono più attrezzati, ma il Milan gioca decisamente meglio, improvvisa meno e se saprà giocare come sa per tutti i novanta minuti saprà fare molto male.

Sfida Icardi Higuain

Quello che affascina sicuramente molto in questa gara è il duello tra le punte Icardi ed Higuain, due calciatori decisamente in forma in questo periodo ed in grado di far male sempre, col pallone tra i piedi sono devastanti. L’argentino a mio parere è più completo, sia come visione di gioco e sia per quanto sappia immolarsi alla causa rossonera nei momenti in cui la squadra fatica a coprire il campo.

Le scelte di Spalletti

Pienamente recuperato Vrsaljko che sarà il terzino destro di una difesa con DeVrji e Skriniar davanti al portiere Handanovic, mentre a sinistra agirà Asamoah. A centrocampo Brozovic con al suo fianco Gagliardini. In attacco Politano ha scalato le gerarchie e completerà la linea della trequarti con Nainggolan e Perisic alle spalle del capitano e cecchino Icardi.

Le mosse di Gattuso

Il tradizionalista Rino Gattuso si affiderà al suo collaudato 4-3-3. Ultimi dubbi in difesa dove Calabria sembra preferito ad Abate e Rodriguez in vantaggio su Laxalt. Confermato il centrocampo a tre con Kessie, Biglia e Bonaventura dietro all’attacco fantasia e concretezza Suso Higuain e Calhanoglu con quest’ultimo in cerca della partita perfetta, dopo alcune prestazioni ben al di sotto delle sue potenzialità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *