Partita da dentro o fuori. L’ Inter questa sera alle ore 21 allo stadio San Siro si gioca il suo prosieguo di stagione in Europa. In virtù dello 0 a 0 del match di andata sarà costretta a vincere : un pareggio significherebbe uscita dall’ Europa League per la regola dei gol fuori casa. L’ avversario però non è dei più facili : l’ Eintracht Francoforte, che sta attraversando una stagione ben sopra le aspettative.

Le ultimissime

Definire l’ Inter in piena emergenza sarebbe riduttivo. Fuori lista Dalbert, Joao Mario e Gagliardini. Squalificati Lautaro e Asamoah. Icardi ormai fuori rosa, infortunati Nainggolan, Miranda e Brozovic. Convocati ma non al meglio Perisic e Keita. Spalletti ha a disposizione solo 11 giocatori di movimento più i 5 primavera aggregati. Le scelte saranno obbligate. Due le ipotesi: avanzamento di Skriniar a centrocampo con Politano falso nueve o Candreva interno adattato con Keita prima punta. Viste le condizioni precarie del senegalese, difficile che Spalletti schieri Keita dal primo minuto, ma che lo tenga come arma in corso. Quindi probabilmente l’ Inter si schiererà con Cedric e D’Ambrosio sulle fasce, l’inedito coppia Ranocchia- De Vrij, centrocampo con Skriniar, Borja e Vecino. Davanti Candreva e Perisic larghi, Politano falso nueve.
L’Eintracht invece forte dello 0 a 0 dell’andata non si sbilancierà e si schiererà con la formazione tipo. Ancora assente per infortunio Ante Rebic, ma non ci sono altre importanti defezioni. I tedeschi si schiereranno quindi con il classico 3-4-2-1 con Ndicka, Abraham e Hinteregger davanti a Trapp ; centrocampo con Da Costa, Rode, Hasebe e Kostic ; davanti Gacinovic a supporto di Haller e Jovic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *